Va a passeggio e trova i pezzi d'argento rubati

Il misterioso rinvenimento è stato fatto in via Monte Pasubio
Si tratta di candelabri, vassoi, coppette e teiere che probabilmente sono stati sottratti in zona

Se i pezzi provenienti dal servizio buono di qualche famiglia della zona, piatti, vassoi, candelabri e teiere in argento e di ottima fattura.Argenteria di quella che, fino a qualche anno fa, era normale trovare nelle credenze delle abitazioni e che, dalla vetrinetta domestica, è finita invece abbandonata tra l'erba alta, lungo una strada.L'ipotesi più probabile, secondo le forze dell'ordine, è che, dopo un furto nella casa dei legittimi proprietari, parte del bottino sia stato infatti perso o buttato volontariamente dai ladri durante la fuga, forse perché scoperti o forse perché interessati solo a denaro e gioielli, più facili da trasportare e ricettare rispetto ai più ingombranti pezzi d'argento.A scoprire le pregiate stoviglie è stato un cittadino di Dueville che, qualche giorno fa, percorrendo a piedi via Monte Pasubio si è imbattuto nell'argenteria e naturalmente non ha potuto non notarla fra l'erba.Un ritrovamento certo poco usuale e che ha subito fatto pensare ai proventi di un furto, avvenuto chissà quando, probabilmente non lontano dal luogo del ritrovamento.Non risultano tuttavia segnalazioni alle forze dell'ordine riconducibili ad un simile episodio ed è dunque probabile che non sia stata sporta denuncia. La teiera, i tre candelabri, il vassoio e il piatto sono stati prelevati dal duevillese subito dopo il ritrovamento e consegnati ai carabinieri, che a loro volta li hanno poi affidati alla polizia locale Nevi del distaccamento di Monticello Conte Otto in attesa che i legittimi proprietari si facciano avanti.Chi dalle foto diffuse riconoscesse i pezzi e fosse naturalmente in grado di dimostrarlo può rivolgersi agli agenti del distaccamento monticellese per prendere visione dell'argenteria contattando lo 0445 801460.Va da sé che, come per qualunque altro oggetto ritrovato, se non si dovesse risalire al proprietario piatti e candelabri potrebbero andare a chi li ha recuperati o essere battuti all'asta assieme ad altra merce. I vigili restano dunque in attesa.
Tagged under: furti

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.