Una folla di scout per l´ultimo volo del capo Condor

Ieri erano in centinaia al funerale

Sono cadute molte lacrime sui fazzolettoni rossi e bianchi ieri pomeriggio: piangendo, gli scout del gruppo “Dueville I” hanno salutato per l´ultima volta Alessandro Sella, il capo scout scomparso lo scorso sabato. I funerali si sono svolti nella chiesa duevillese dove in tutto erano presenti più di 500 persone per l´ultimo ideale abbraccio al magazziniere di 35 anni. «In silenzio te ne sei andato come in silenzio hai vissuto: con queste parole i tuoi cari ti ricordano Alessandro - ha esordito don Fabio Ogliani nell´omelia - Era di poche parole, riservato, schivo, con un cuore grande. Ha donato il suo tempo e la sua vita agli altri. Da quando era lupetto a quando è diventato capo si è sempre speso per il prossimo. Ha cercato fino alla fine di volare in alto, da buon “Condor”, come veniva soprannominato». Prima di uscire dalla chiesa per recarsi al cimitero di Dueville, è stata letta una lettera della madre Agnese dedicata al figlio. «So che non ti sei mai arreso, tanto nella vita da scout quanto in quella quotidiana. Ricordo quando mi coinvolgevi chiedendomi di cucire fazzolettoni o costumi di scena per gli scuot: mi resterà per sempre nel cuore».M.B.

Tagged under: lutto

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.