Una dolce coccola che calma la tosse e aiuta il fegato

MIELE. Il caldo e la siccità quest'anno ne hanno ridotto la produzione

Molto meglio consumare quello nostrano, che non va pastorizzato

Il caldo e il clima pazzo sconvolgono le api, considerate un indicatore dello stato di salute della natura, e la produzione di miele made in Italy è più che dimezzata rispetto alla media, per un totale quest'anno attorno alle 10 mila tonnellate. È quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che si tratta di uno dei risultati peggiori della storia dell'apicoltura moderna da almeno 35 anni. A provocare questa situazione è stato l'effetto delle diffuse gelate primaverili a cui hanno fatto seguito il caldo e la siccità, con i fiori secchi per la mancanza di acqua, e i violenti temporali estivi, senza dimenticare gli incendi che hanno fatto strage di decine di milioni di api. La preoccupazione riguarda anche il fatto - precisa Coldiretti - che il lavoro delle api è importante non sono per la produzione del miele ma anche per l'impollinazione delle piante.Detto questo le proprietà del miele, che quest'anno faticheremo di più a trovare fresco delle nostre zone (Altipiano e Colli Berici in primis), sono innumerevoli. Più che un semplice dolcificante è un concentrato di elementi nutritivi: enzimi, antiossidanti, aminoacidi, minerali e vitamine. Ma in particolare ha proprietà energizzanti e antibatteriche.Riconosciute sono anche le proprietà benefiche per lo stomaco, ovvero l'azione benefica su gastriti e ulcere.Il miele è un alimento molto delicato, sopra i 45 gradi perde gran parte delle sue proprietà e diventa un semplice dolcificante, per cui si consiglia di evitare mieli di origine industriale che hanno subito la pastorizzazione. Assolutamente da preferire il miele nostrano a quello extracomunitario.Il miele ha un' azione decongestionante e calmante della tosse, aumenta la potenza fisica e la resistenza negli sforzi, ha una azione cardiotropa sul cuore e disintossicante sul fegato. Stimola e regola la digestione e ha una azione diuretica sui reni. Ottimo anche per chi ha problemi di osteoporosi in quanto aiuta a fissare il calcio e il magnesio nelle ossa. Si consiglia un consumo costante di 20/30 grammi al giorno.

Tagged under: miele

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.