Un bandito solitario arraffa magro bottino

L´irruzione con un coltello è avvenuta ieri alle 19.30

Una cassiera è stata affrontata dal malvivente che le ha puntato un coltello: spariti 180 euro

Un rapinatore solitario, una cassiera di 24 anni che in quel momento era da sola e un bottino assai magro.
Ma quanto spavento per una giovane thailandese che ieri sera, poco prima di abbassare le serrande della sala slot “WLT Eldorado” a Passo di Riva di Dueville, si è vista affrontare da un individuo che mascherato con una bandana, le ha intimato di consegnargli tutti i soldi che aveva, in quel momento soltanto 180 euro.
«È una rapina, dammi tutto il denaro che c´è nel cassetto del registratore», ha detto un bandito che prima di entrare in azione ha atteso che nel locale ci fosse soltanto la giovane straniera.
«Pensavo fosse un normale cliente - ha detto la ragazza ai carabinieri del capitano Sabatino Piscitello -, invece, all´improvviso ha estratto un coltello, dopo essersi calato sul viso un una bandana, e mi ha fatto tanta paura».
La giovane non ha avuto ovviamente alternative. Di soldi, però, ce n´erano pochi e lo sconosciuto ha dovuto accontentarsi. Anche perché proprio per disincentivare i maleintenzionati, vengono portati alla cassa continua più volte durante la giornata lavorativa.
Il rapinatore, convinto che la giovane lo stesse prendendo in giro, avrebbe cercato di sollecitare la cassiera a consegnargli altro denaro , ma la risposta dell´orientale è stata negativa. «Ho soltanto quelli», ha ripetuto impaurita la dipendente della sala giochi.
A quel punto il fuorilegge si è convinto che la cassiera gli stesse raccontando la verità e temendo che poesse arrivare qualcuno ha girato i tacchi ed è uscito dal locale, fuggendo a piedi.
Quando i carabinieri della stazione di Dueville e del radiomobile di Thiene sono arrivati dopo pochi minuti hanno perlustrato le strade adiacenti, ma del rapinatore nessuna traccia. Non si esclude che ci fosse un complice ad aspettarlo. Per individuarlo è stata visionata la registrazione del sistema di sorveglianza. G.AR.

Tagged under: rapina

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.