Tutto il paese al funerale del sedicenne di Povolaro

È un paese silenzioso, immobile, quello che ieri pomeriggio ha dato l´ultimo saluto al ragazzo di 16 anni che si è tolto la vita venerdì scorso. Nella chiesa parrocchiale di San Sebastiano a Povolaro i conoscenti sono arrivati già parecchio prima dell´inizio della cerimonia, stringendosi per far sentire il proprio abbraccio alla famiglia del ragazzo, che non ha retto al dolore dopo aver appreso di essere stato bocciato per la seconda volta. Accanto ai genitori e al fratello maggiore c´erano tutti, parenti, vicini di casa, semplici compaesani; c´erano i colleghi del corpo bandistico, dove il ragazzo aveva suonato a lungo e i compagni dei centri estivi, dove avrebbe dovuto far parte anche quest´estate del gruppo degli animatori.
A pesare, sulla comunità che affollava la chiesa, una sola domanda: “Perchè?”. Se lo sono domandati i genitori, se l´è chiesto il parroco don Fabio, senza però trovare una risposta che possa, in qualche modo alleviare la sofferenza. Presenti, come lo sono stati fin da subito dopo la tragedia, gli amici della comitiva di Povolaro, che hanno realizzato uno striscione con il volto dell´amico e la scritta “Sempre con noi...”.

Tagged under: dramma Povolaro

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.