Trova duemila euro e nessuno li reclama «Farò beneficenza»

DUEVILLE. Un volontario della Pro loco li ha consegnati ai carabinieri

Era una mazzetta tenuta insieme da un elasticosul marciapiede che porta ai binari in via Stazione
Forse il ladro nascosto in sede se ne è liberato

Dopo aver fermato un intruso nella sede della Pro loco di Dueville, ha rinvenuto una mazzetta di banconote all'esterno della struttura, tenute insieme da un elastico. Oltre duemila euro in tagli da 50 e da 20 che, non essendo spariti dalle casse dell'associazione, ha consegnato ai carabinieri, ma da allora nessuno si è ancora presentato per denunciare un furto e reclamare la somma. Protagonista dell'episodio è stato Benigno Laconi, uno dei volontari della Pro, che svolgeva il servizio notturno di vigilanza e sorveglianza mentre in piazza era in corso la sagra di Sant'Anna un mese fa. Laconi, che abita a Dueville, ha 52 anni ed è un ex assistente capo della polizia penitenziaria, oltre ad essere il presidente provinciale dell'Associazione nazionale polizia penitenziaria. «Stavamo controllando via Stazione - racconta - quando abbiamo notato che sul retro della nostra sede, che si trova nello stesso stabile della stazione dei treni, la porta finestra era stata forzata e che qualcuno si trovava all'interno. Una volta entrati, i viglianti hanno trovato un uomo, poi fermato e affidato ai carabinieri della tenenza di Dueville contattati dai volontari. «Quando siamo arrivati alla sede non c'era niente sul piccolo marciapiede che porta ai binari - prosegue Laconi - Dopo aver fermato l'intruso, però, sono uscito e, sotto la finestra, è spuntata la mazzetta di banconote. Forse erano dell'uomo che si è introdotto nei locali: dai nostri controlli, abbiamo accertato che quei soldi non erano della Pro loco. Magari voleva liberarsene e, quando ci ha sentiti arrivare, ha aperto la finestra e ha lanciato il denaro in strada», ipotizza. Dopo aver raccolto le banconote, il volontario ha consegnato gli oltre duemila euro ai carabinieri. Visto che nessuno ne ha ancora denunciato il furto o lo smarrimento, in questi giorni il Comune di Dueville ha pubblicato un avviso di ritrovamento di beni immobili riferito proprio alle banconote. Il legittimo proprietario potrà farne richiesta rivolgendosi alla polizia locale o all'ufficio segreteria del Comune. Se però entro un anno il proprietario non si presenterà a ritirare la somma, il denaro verrà riconsegnato a Laconi. A questo proposito il volontario ha già le idee ben chiare su come eventualmente impiegare quei soldi. «Li devolverò in beneficenza - afferma - Se sono stati rubati a qualcuno è giusto che ne ritorni in possesso, altrimenti sarò ben felice di donarli a quelle persone o a quegli enti che hanno bisogno di un sostegno per poter svolgfere le loro attività». Anche il sindaco Giusy Armiletti ha voluto complimentarsi per l'onesta dimostrata dal volontario della Pro loco. «Un plauso - ha detto - va a questa persona che ha dimostrato che i valori importanti sono ancora presenti tra le persone. In un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, la cifra avrebbe potuto fare comodo, ma questo nostro concittadino ha scelto di fare la cosa giusta», conclude il sindaco.

Tagged under: pro loco onestà

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.