Tre esperti all´opera

«Accoltellò il padre»

Il giudice Gerace ha ordinato ieri pomeriggio a tre esperti di approfondire il caso del giovane di Dueville che nel novembre scorso ha accoltellato il padre, tentando di ucciderlo. Nella forma dell´incidente probatorio, infatti, così come sollecitato dal pubblico ministero Severi e dalla difesa con l´avv. Michele Carotta, ha disposto una perizia psichiatrica su Luca Cerasoli, 21 anni, l´indagato, attualmente ai domiciliari in una comunità; una medico legale per valutare le ferite subite dal padre Marco, 49, che venne accoltellato e subì la perforazione di un polmone; e una informatica, per esaminare il materiale contenuto del computer sequestrato al giovane. Nel pc, infatti, Luca aveva scritto il suo folle progetto criminale, secondo il quale avrebbe dovuto uccidere il genitore simulandone il suicidio.
La mattina dell´aggressione il genitore, un manager in attesa di occupazione, era nello studiolo e stava ascoltando della musica; il figlio lo aveva raggiunto e, senza farsi sentire, lo aveva affrontato e colpito al petto con una pugnalata. Il padre si era nascosto per difendersi, e quindi era stato il giovane a chiedere aiuto. Erano arrivati anche i carabinieri che lo avevano arrestato.

Tagged under: delitto povolaro

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.