Torre campanaria messa in sicurezza

Merito di donazioni e istituzioni

Finito il restauro

Sono stati investiti 100 mila euro
Via alla sistemazione del rosone

Campanile tirato a lucido e rosoni messi in sicurezza. La chiesa di Dueville è tornata a nuova vita con i lavori di sistemazione prima al campanile - iniziati ad aprile e terminati la scorsa settimana - e ora alle vetrate circolari della facciata. Per la torre campanaria sono stati spesi circa 100 mila euro di cui 60 mila euro a fondo perduto forniti dalla fondazione Cariverona, 7.500 euro dal Comune e il restante investiti dalla parrocchia e da alcuni sponsor. «L'opera di sistemazione ha restituito dignità e sicurezza a questi manufatti - dichiara Renzo Salgarollo degli affari economici del consiglio pastorale - «Sono stati sostituiti i solai e le scale in legno, ormai in condizione precaria, restaurate e consolidate le cornici, la cella campanaria con la rete di protezione e le quattro statue degli evangelisti ormai erose dalle intemperie. È stato sostituito l'intonaco, rifacendo sia calce che tinteggiatura. Installati nuovi quadranti dell'orologio». Ora sulla facciata nord della torre campanaria sarà anche possibile ammirare un cartiglio che attesta la costruzione del campanile al 1716, la più antica testimonianza del leone di San Marco a Dueville. «Le opere ai rosoni della facciata, il più grande centrale e i due più piccoli laterali, sono appena partite - aggiunge - Verrà sistemata l'intelaiatura per evitare rischi di caduta delle vetrate - L'intervento costerà circa 30 mila euro, fondi donati dalla comunità che ringrazio. Dalla prossima settimana anche la chiesa tornerà ad essere totalmente in sicurezza».

 

Tagged under: chiese

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.