Titoli scelti ogni mese

Dueville cerca la qualità

La nuova stagione del Cineforum di Dueville inizia mercoledì 7 ottobre al Cinema Teatro Busnelli, dove da quest'anno agli spettatori sarà proposta una rassegna non più divisa in due cicli ma composta da un unico elenco di film che, ad esclusione di ottobre e novembre, sarà comunicato mese per mese. Una nuova formula con cui l'associazione "Dedalofurioso", promotrice del cineforum in collaborazione con il Comune, intende fare delle scelte più oculate e puntuali, permettendo allo stesso tempo al pubblico di indicare o proporre le pellicole più attese. Tre le possibilità offerte agli spettatori di assistere ai film del cineforum: il mercoledì sera alle 20.30, il giovedì pomeriggio alle 15.30 e ancora il giovedì sera alle 20.30.Nel mese di ottobre la rassegna si aprirà dunque il 7 e l'8 con la pellicola di fantascienza Ex Machina di Alex Garland, Gran Bretagna, intreccio tra intelligenza artificiale e sentimenti, cui seguirà la commedia E' arrivata mia figlia di Anna Muylaert, Brasile, vincitore del premio speciale della giuria al Sundance e del pubblico al Festival di Berlino, il film drammatico Whiplash di Damien Chazelle, Usa, dove la musica è la vera protagonista e infine l'opera dolceamara Taxi Teheran di Jafar Panahi, Iran. Le proiezioni di novembre prenderanno il via il 4 e il 5 con il film drammatico Dove eravamo rimasti di Jonathan Demme, Usa, che vede protagoniste Meryl Streep e la figlia Mamie Gummer, continuando poi con l'opera di Marco Bellocchio Sangue del mio sangue, appena passata dal Festival del cinema di Venezia e candidata alle nomination all'Oscar. Chiuderanno il mese la pellicola drammatica Via dalla pazza folla di Thomas Vinterberg, Gran Bretagna-Usa, tratta dall'omonimo romanzo inglese dell'800 e infine il thriller Everest di Baltasar Korma'kur, Gran Bretagna-Usa, ispirato da una pericolosa spedizione sulla vetta della montagna più alta del mondo.

Tagged under: Busnelli

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.