Titolare multato "Ma non ho colpe"

Accusa di lesioni colpose gravi
Operaio restò ferito
Sanzionata pure l´azienda per la responsabilità oggettiva, ma è già pronto il ricorso in Appello

L´operaio era salito su una scala per sistemare un guasto alla linea elettrica; un collega non si era accorto di lui, aveva azionato il carroponte che lo aveva colpito facendolo cadere a terra da 4 metri. Negovan V., 47 anni, cittadino serbo residente in città (avv. Federica Casarotto), era rimasto gravemente ferito.
Il giudice Rizzi ha ritenuto responsabile di lesioni colpose gravi l´amministratore della “Esse Solai srl” di Dueville, Giampaolo Pertile, 44 anni, di Dueville: per lui 500 euro di multa. La società è stata condannata per la responsabilità oggettiva a 46 mila euro.
I fatti risalgono al 28 febbraio 2008. A causa del guasto, Negovan era salito sulla scala con un collega, che aveva detto a tutti di bloccare il carroponte e stare lontani. Poi erano scesi, e il collega si era allontanato, dicendo a Negovan di aspettarlo a terra. Era accaduto però che il ferito decidesse di risalire, e che l´addetto al carroponte, vedendo che l´altro si era allontanato, ritenesse concluse le opere di ripristino. Dalla sua posizione non poteva vedere il serbo; e aveva azionato il macchinario.
La difesa, con l´avv. Novelio Furin, ha fieramente contestato le ricostruzioni della pubblica accusa. La responsabilità dell´infortunio fu di una doppia disobbedienza dei lavoratori, e non vi fu colpa dell´azienda, che anzi aveva un piano di prevenzione dai rischi, come accertato dallo Spisal. Per questo proporrà Appello contro la sentenza, ritenuta ingiusta. «Cos´altro poteva fare l´amministratore?».
Per il giudice avrebbe dovuto far segnalare visivamente il punto in cui erano in corso i lavori, e inserire nel piano aziendale anche le opere in altezza di ripristino. Se ne discuterà a Venezia.

Tagged under: sentenze

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.