Terreni e stabile di nuovo in vendita ma l'asta va deserta

 Valore di partenza mezzo milione

L'assessore: «Ci riproveremo non vogliamo abbassare i prezzi»

Le tre aste per l'alienazione di due terreni edificabili e l'ex distretto socio-sanitario, da cui il Comune di Dueville contava di portare a casa circa mezzo milione di euro, sono andate ancora deserte. Per le gare, organizzate lo scorso tre agosto, non sono pervenute offerte. L'amministrazione comunale contava di vendere parte del proprio patrimonio immobiliare, ovvero due lotti in via Matteotti e l'immobile di via Garibaldi, puntando ad incassare oltre 500 mila euro. Nel dettaglio, il primo terreno edificabile confinante con via Rizzolo, ha una dimensione di circa 773 metri quadrati ed è stato messo in vendita per una base d'asta di 155 mila euro. Di poco inferiori le dimensioni dell'appezzamento vicino, pari a 754 metri quadrati, in questo caso il valore è stato stimato in 145 mila euro. Per quanto riguarda invece l'edificio in via Garibaldi, ex sede del distretto socio-sanitario, compromesso e reso inagibile a seguito del terremoto del giugno 2012, il valore di partenza era di 205 mila euro. La struttura si sviluppa su un'area di 460 metri quadrati. Per questo stabile, così come per i terreni di via Matteotti, in passato erano già state indette delle aste pubbliche, andate tutte deserte.Questa volta però l'amministrazione era convinta di poter raggiungere l'obiettivo: «Prima dello scadere del bando avevamo ricevuto alcune manifestazioni di interesse», conferma l'assessore ai lavori pubblici e alle politiche ambientali Paolo Ronco. «A questo punto andremo a verificarle per capire se sono supportate da progetti concreti in modo da riproporre la vendita con concrete prospettive di successo. Non è nostra intenzione - conclude l'assessore Ronco - abbassare ulteriormente il valore dei lotti».

Tagged under: asta

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.