Studenti in marcia Così si finanziano attività scolastiche

DUEVILLE. Ieri mattina al parco Baden Powell
Si sostiene anche un gemellaggio con le popolazioni terremotate

In 500 tra studenti delle scuole di Dueville e genitori ieri al parco Baden Powell per la 17a edizione della marcia non competitiva "La Carica dei 1.500". «Il maltempo degli scorsi giorni ha reso percorribile solo l'itinerario più corto, da 6 chilometri, e non quello da 10», spiega Enrica Carraro del Comitato genitori degli istituti scolastici, gruppo che ha organizzato l'evento. «Nonostante le previsioni meteo incerte abbiamo registrato una buona partecipazione: bimbi, ragazzi e adulti, partendo alle 9 dall'area verde di via Don Benigno Fracasso, di corsa o passeggiando hanno lasciato il centro per arrivare fino alla campagna di via del Grumello, via del Barcon e via Sant'Anna». Al parco, i partecipanti hanno ammirato le opere realizzate dai giovani del paese sul tema del "Rispetto", proposto dal tavolo di lavoro del programma regionale "Alleanze per la famiglia" coordinato dal Comune e composto da diverse realtà della zona. «Ha preso parte all'iniziativa anche il Comitato genitori con diversi progetti indirizzati a bimbi e ragazzi e a mamme e papà: ogni appuntamento si è concluso con disegni poi esposti al termine della marcia», conclude Carraro. «Il ricavato della "Carica dei 1.500" permetterà al Comitato di finanziare attività come la mostra del libro, serate formative, iniziative nelle scuole e un gemellaggio con le popolazioni colpite dal terremoto». Al parco Baden Powell ha fatto tappa l'81enne Janus River che da 18 anni gira il mondo in bicicletta: la sua presenza ha suscitato grande attenzione e curiosità non solo da parte dei bambini, ma anche degli adulti.

Tagged under: solidarietà sport

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.