Sindaco e dirigente sono stati corretti

DUEVILLE. Il gip spiega il proscioglimento
Tenenza carabinieri

Non hanno commesso alcuno dei pesantissimi reati ipotizzati - concussione, abuso d´ufficio, distrazione di fondi pubblici, turbativa d´asta e truffa aggravata -, dal titolare della ditta Elle Due Costruzioni di Lamezia Terme, Gennaro Longo, che aveva vinto l´appalto della costruzione della tenenza dei carabinieri di Dueville, per poi essere sollevato per indadempienze contrattuali. Il sindaco Giuseppe Bertinazzi e il funzionario comunale Gian Luigi Stella, responsabile del procedimento, escono di scena perché il gip Stefano Furlani ha archiviato l´inchiesta a loro carico avviata da una querela il 12 marzo di un anno fa.
Il giudice certifica che il comportamento tenuto dagli indagati per avere risolto il contratto con la ditta calabrese di Lamezia Terme è stato corretto perché non hanno violato le norme. E quando si spinge nel merito delle accuse formulate da Longo, assistito dall´avvocato Mario Ruberto, il gip Furlani osserva che «anche quand´anche fosse dimostrata la irregolarità sotto il profilo amministrativo delle procedure adottate, ciò non sarebbe bastevole per dimostrare la sussistenza dei reati ipotizzati, atteso che solo la deviazione per finalità contra iure dell´azione amministrativa può portare l´atto amministrativo dalla qualifica dell´illegittimità a quella dell´illiceità penale». Ma questo non è emerso dalle indagini, come ha sottolineato chiedendo l´archiviazione il pm Alessandro Severi; anzi, come sostengono gli avvocati Laura Piva e Gianluca Ghirigatto, la querela contiene «un mucchio di falsità e adesso stiamo valutando un´azione di rivalsa perché c´è modo e modo di chiedere il vaglio di legalità fissato dall´ordinamento». Insomma, Bertinazzi e Stella, come spesso accade in queste vicende penali, potrebbero controqurelare per calunnia l´impresario e da ieri pomeriggio lo stanno valutando.
Tornando all´ordinanza di archiviazione, il gip scrivendo che «non sono emerse ragioni illecite sottese all´operato del Comune, che ha seguito l´interesse proprio dell´ente a fronte di una situazione della ditta esecutrice di sicura difficoltà», attribuisce a Bertinazzi, che tra poche settimane finirà il suo secondo e ultimo mandato consecutivo da primo cittadino, una patente di buona amministrazione di cui lui e la giunta possono andare fieri.

Tagged under: caserma denuncia

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.