Si intitolerà una via al medico Baretta

Tra via Marzotto e la Marosticana

Ha lasciato un segno così forte nel suo paese, che l´amministrazione comunale gli vuole dedicare un via, prima ancore dei compimenti dei dieci anni dalla sua morte.
È così che Dueville pensa di tramandare alle generazioni future il ricordo di Luigi Baretta, medico di famiglia, appassionato di ciclismo, cavaliere, commendatore e anche consigliere comunale di maggioranza durante l´ultima amministrazione Bertinazzi.
Proprio ad un anno dall´inizio del suo mandato, era l´agosto del 2010, il dottor Baretta è morto e ora il sindaco Giusy Armiletti, d´accordo con la giunta intende dare il suo nome alla strada di collegamento tra la rotatoria di via Marzotto e la Marosticana, a Passo di Riva. Non sono però ancora passati dieci anni da quel 2010 e quindi il Comune non può seguire la procedura abituale per l´intitolazione della via, ma dovrà ottenere un´apposita autorizzazione alla prefettura e la richiesta è già stata inviata. Luigi Baretta aveva solo 17 anni quando ha vissuto l´esperienza della prigionia in Germania. Questo momento buio non gli ha impedito di realizzarsi professionalmente e coltivare la sua passione per la bici: è stato campione italiano e mondiale della categoria medici. Ha anche fondato la società ciclistica “Levrieri” di Dueville.

Tagged under: Baretta toponomastica

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.