Logo

Si allontana da casa I militari lo trovano grazie al cellulare

PIOVENE ROCCHETTE. Un giovane di Dueville
In preda ad una crisi depressiva aveva intenti autolesionistici

Si allontana da casa in preda ad una crisi depressiva. Passa qualche ora e i familiari, che non riescono a rintracciarlo, lanciano l'allarme perché temono il peggio. Ma le moderne tecnologie consentono di localizzare dove si trova e di farlo ragionare mentre vaga alla guida di un veicolo in chiaro stato confusionale, ed infine di consegnarlo ai sanitari per le cure del caso. È successo l'altra mattina: l'allarme parte da Dueville e i carabinieri delle varie stazioni dell'Alto vicentino vengono allertati. A trovare il ragazzo alla fine sono quelli di Piovene Rocchette dopo che il segnale del suo cellulare era stato rintracciato e si muoveva da quelle parti. Il giovane, un ventenne duevillese, stava attraversando un momento personale difficile. Una situazione delicata non legata, a quanto pare, ad un motivo specifico. Il ventenne è stato rintracciato lungo le vie piovenesi , a bordo dell'auto di famiglia. Ai militari è apparso subito in stato confusionale e durante la conversazione con i soccorritori ha fatto capire di avere intenti autolesionistici. Una conferma che ha indotto i carabinieri ad avvisare immediatamente il Suem allo scopo di garantire un supporto medico-psicologico, cercando nel contempo di distrarlo colloquiando con lui per stemperare le volontà espresse. I sanitari hanno disposto il suo ricovero in osservazione all'ospedale Alto vicentino. Intanto i familiari in ansia sono stati avvertiti e sono potuti accorrere per riabbracciare il congiunto.

Tagged under: carabinieri suicidio
Democratici per Dueville © - All rights reserved.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.