Riapre il Busnelli con le poltroncine donate dai cittadini

I lavori comunali per l'adeguamento sono durati cinque mesi
Ne sono state acquistate 150 grazie all'Art bonus Spesi 350 mila euro per poter ristrutturare l'edificio

 

«Entro la fine di questo mese il cinema teatro Busnelli riaprirà». Ad annunciarlo è il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici di Dueville, Davide Zorzo, che ha confermato il prossimo termine delle opere avviate nella scorsa estate all'interno dello spazio culturale di via Dante.Con l'inizio della seconda parte della stagione teatrale e di quella cinematografica, proposte dalla cooperativa Dedalofurioso a cui è affidata la struttura, il pubblico potrà tornare a riempire la platea del teatro che presenterà alcune novità.«La più rilevante è la sostituzione per intero delle poltroncine della galleria con 150 nuove sedute, più comode e spaziose, acquistate grazie al contributo dei cittadini che hanno finanziato il progetto "Una poltrona per Dueville" e al decreto "Art bonus"», spiega Zorzo. «Sempre nella parte al primo piano dell'edificio è stato demolito il parapetto in cemento armato per lasciare spazio a delle lastre di vetro temperato che, oltre a garantire sicurezza, permetteranno una migliore visione dei film e degli spettacoli. Abbiamo anche installato la moquette su tutto il piano superiore e sulle scale, per attutire al massimo i rumori».Il progetto ha previsto anche il rinnovo delle uscite di sicurezza con tre nuove porte antipanico insonorizzate: eviteranno che le rappresentazioni ospitate dal Busnelli possano disturbare il vicinato. «Un altro intervento di rilievo consiste nel rifacimento completo dei servizi igienici al piano terra - aggiunge l'assessore - Inoltre i lavori hanno interessato anche l'impianto elettrico con un adeguamento generale alle normative. Infine sono stati rimossi i controsoffitti e sostituiti con materiale ignifugo».Per queste opere il Comune - e in parte direttamente i cittadini tramite il progetto "Una poltrona per Dueville" - ha investito circa 350 mila euro. «I tempi previsti sono stati rispettati: abbiamo prolungato l'apertura del cantiere solo di una quindicina di giorni in funzione di alcune migliorie come l'installazione delle porte e della moquette. Il Busnelli è stato tirato a lucido: ora i cittadini avranno un teatro messo a nuovo e più sicuro», aggiunge il vicesindaco.Quello in via di ultimazione è il primo dei tre stralci previsti per la riqualificazione dello spazio culturale del centro duevillese. «Il progetto generale prevede la creazione di una nuova biglietteria, posizionata centralmente rispetto all'atrio, oltre alla sistemazione dell'impianto idraulico, di quello del riscaldamento e anche degli impianti scenici», conferma l'assessore Zorzo.Durante il periodo di chiusura del Busnelli il cineforum si è spostato provvisoriamente nell'oratorio Santa Maria, conosciuto anche come barchessa. Parte degli spettacoli, invece, è andata in scena nel centro ex Acli di Montecchio Precalcino, ora ribattezzato "Preara", che con la riapertura del teatro duevillese non subirà variazioni sulla programmazione.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.