Replica all'Enpa «I piccioni in gabbia avevano l'acqua»

DUEVILLE. La difesa dopo il blitz nella scuola

L'associazione incaricata difende il proprio operato

«I piccioni dentro alle gabbie avevano acqua». Il responsabile delle trappole per colombi posizionate qualche giorno fa all'interno del cortile della scuola media "Roncalli" di via Rossi a Dueville replica alle accusa dell'Enpa, dopo il blitz dell'altro pomeriggio: «Le guardie zoofile hanno visto» si divende «dove c'erano i volatili c'erano anche cibo e acqua». E per dare forza alle sue parole mostra le foto, dove si nota un serbatoio che dispensa acqua in una ciotola. Per terra, invece, mais. «C'erano due piccioni nella voliera. Uno serviva per fare da richiamo, l'altro è caduto in trappola», precisa. «Nella altre due gabbie non c'era acqua perché non contenevano alcun uccello». Le immagini confermerebbero invece che in determinati orari della giornata le trappole sarebbero esposte al sole.

Di qui l'ipotesi di maltrattamenti. Per entrare nel cortile della scuola le guardie sono passate per la casa di riposo, che sul retro ha un accesso diretto al luogo in cui sono state posizionate le gabbie. Il responsabile delle trappole, appartenente ad una associazione venatoria locale, riferisce di aver trovato le guardie già all'interno del cortile.«Abbiamo suonato il campanello della casa di riposo spiegando le motivazioni e ci hanno fatto passare», spiega Renzo Rizzi, capo nucleo delle guardie zoofile dell'Enpa di Vicenza, intervenuto dopo diverse segnalazioni giunte da cittadini.Le gabbie-trappole sono state predisposte, su richiesta dell'amministrazione comunale, per contenere il numero di piccioni. «Non è il primo anno che le posizioniamo nel cortile della scuola, luogo scelto perché spesso i piccioni sono attirati dalle briciole delle merende degli studenti», conclude il responsabile. «Interveniamo d'estate perché in questo periodo non ci sono le lezioni».

 

Tagged under: Enpa Piccioni

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.