Renzi sa pagare di tasca propria

Lettere al giornale
AEREI E POLEMICHE

Ho sentito il polverone di polemiche sorte dai vari parlamentari di ogni schieramento politico sull´uso inappropriato dell´aereo per usi governativi che ha fatto il presidente del Consiglio Matteo Renzi.
Ma se anche fosse vero, che cosa ha a disposizione la legislazione italiana per verificare se c´è stato abuso o no?
Nulla, come nulla di fatto verrebbe fuori dal processo, come è vero invece la montagna di soldi pubblici che verrebbero spesi per quel processo.

Facciamo un po´ il punto della situazione.
C´è giustizia inappropriata per contrastare abusi di potere, violenza e delinquenza di ogni tipo, incapacità di affrontare la corruzione che dilaga a macchia d´olio tra istituzioni pubbliche e imprese private, sicurezza pubblica che invita i cittadini a barricarsi in casa con sbarre alle finestre e porte blindate mentre i delinquenti continuano a scorrazzare rubando nelle nostre proprietà. E la nostra classe dirigente non ha nient´altro da fare che puntare il dito sul Presidente del Consiglio che secondo loro ha usato i soldi pubblici per andare in vacanza qualche giorno? Quando uno punta il dito verso un altro, si trova sempre le altre quattro dita contro se stesso.
Sono decenni che i politici puntano il dito verso gli altri, ma quando gli viene puntato verso di loro, si difendono trincerandosi dietro il sistema che si sono creati.
Per ogni legge a favore della giustizia se ne sono fatte quattro per contrastarla.
È un momento di grande svolta per il nostro Paese, e mi auguro che il prossimo Presidente della Repubblica abbia a cuore la rinascita dell´Italia.
Ci vogliono uomini di grande umanità , e l´esempio ce lo può dare Papa Francesco che è prima di tutto servitore del suo Stato.
L´Italia non ha bisogno di nuove leggi , di nuove riforme, di nuovi partiti, di nuove promesse, ma di politici che quando giurano fedeltà alla costituzione e si portano la mano sul petto, sentano il battito del cuore dei cittadini che credono ancora nel miracolo italiano.
E poi vedrete che anche il presidente del Consiglio quando dovrà usare soldi nostri per cose personali avrà il buon senso di mettere le mani nel suo portafoglio, senza badare se c´è o non c´è una legge che lo permette.
Davide Chemello
Dueville

Tagged under: lettere

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.