Raffica di furti, danni per 20 mila euro

DUEVILLE. Raid notturni messi a segno nella frazione di Passo di Riva in varie attività commerciali. I carabinieri sono sulle tracce dei malviventi

Sono stati rubati prototipi di filtri anti smog per le auto
Devastate porte e finestre per rubare il fondo cassa
anche in una pizzeria e in un bar in strada Marosticana

Tre furti nel raggio di poche decine di metri, messi a segno l'uno dopo l'altro, tutti lungo la stessa strada, e persino tutti dallo stesso lato.I ladri hanno pianificato le irruzioni in serie domenica quand'era ancora notte e il freddo era pungente, allorché sono entrati in azione mettendo a segno vari colpi tra bar, ristoranti e una ditta che produce filtri anti inquinamento. Il teatro del raid sono state le attività lungo la strada Marosticana a Passo di Riva, nel territorio di Dueville, in direzione di Vicenza: nel tratto tra il numero 313, dove si trova il ristorante-pizzeria "Buffalo Grill", e il civico 293, dove ha sede la "Dukic Day Dream Srl". I malviventi hanno colpito tra le 5 e le 5.30, incuranti della provinciale e della possibilità di essere visti da qualche automobilista in transito.Proprio negli uffici della "Dukic", che produce e commercializza tubi antismog, i malviventi hanno fatto razzia di un bottino davvero particolare, non trovando forse il contante sperato. «Hanno sfondato le finestre per entrare, buttato tutto all'aria, rubato una macchina fotografica e, forse accorgendosi che sono fatti di rame, e il rame si sa ha il suo valore, hanno portato via cinque prototipi dei nostri dispositivi anti inquinamento già all'interno delle loro confezioni di cartone, per un valore di circa 15 mila euro», racconta la fondatrice dell'azienda Anna Dukic.Un furto certo poco consueto che, se non fosse avvenuto in concomitanza con gli altri due, avrebbe di certo fatto gridare al tentativo di spionaggio soprattutto in relazione ad un misterioso episodio che la signora Dukic riferisce essere avvenuto un mese fa: «Il mio socio ha parcheggiato l'auto davanti all'ufficio, per poi allontanarsi per pochissimi minuti. Un individuo è salito al posto di guida, si è messo al volante ed è fuggito. Grazie alla tracciatura del segnale Gps abbiamo trovato l'automobile due ore dopo il furto, nelle campagne di Poianella».L'altra notte, poi, il raid ha causato danni agli infissi ma un bottino magro, pochi euro di fondo cassa, nell'attiguo "Moris bar", aperto, con la nuova gestione, da sette mesi, come spiega il titolare Edoardo Lago: «Viste le modalità, siamo convinti si tratti di balordi».Quarto furto in tredici anni di attività al ristorante "Buffalo Grill", dove oltre a qualche decina di euro i ladri hanno sottratto un palmare, provocando però danni rilevanti alle finestre scassinate per accedere al locale.«Anche se ci fossero le telecamere a poco servirebbero, visto che si coprono la faccia per non essere ripresi e, così, entrano comunque in azione - commenta quasi con rassegnazione il proprietario, Giampietro Galiazzo - Ci si può dotare anche di sistema d'allarme, ma se una banda ha intenzione di mettere a segno un furto, purtroppo agisce lo stesso indisturbata».Dopo quanto accaduto, sono state avviate indagini da parte dei carabinieri che stanno cercando di risalire ai responsabili del gesto. In zona, comunque, sono già attivi controlli e servizi di perlustrazione.


Giulia Armeni
Tagged under: passo di riva furti

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.