Logo
Stampa questa pagina

PER LA FORMAZIONE - ISTRUZIONE

PER LA FORMAZIONE - ISTRUZIONE

Un’indagine UNESCO, coordinata da Jacques Delors e pubblicata in Italia nel 1997 con il titolo “Nell’educazione un tesoro”, forniva indicazioni per un investimento nel campo della formazione come impegno prioritario per un vero sviluppo economico, sociale, culturale, democratico. Purtroppo l’Italia non ha investito a sufficienza nella formazione delle nuove generazioni. Auspichiamo un’inversione di tendenza da parte del Governo centrale e in ogni caso noi vogliamo impegnarci per:

  • Mantenere, e se possibile incrementare, i fondi che annualmente vengono erogati all’Istituto Comprensivo a sostegno delle spese di funzionamento e dei progetti didattici facenti parte del POF (Piano Offerta Formativa), valorizzando in particolare tutte le iniziative che migliorano l’offerta formativa della scuola, come ad esempio il musicale alla secondaria, i giochi matematici, le olimpiadi mind lab, i laboratori scientifici.
  • Favorire, in ambito musicale, con la collaborazione dell’Istituto Scolastico ed il Progetto Giovani, forme di aggregazione post diploma che utilizzino le competenze musicali apprese durante il percorso scolastico, al fine di non disperderle ed invece canalizzarle in un progetto specifico.
  • Promuovere, all’interno della mostra del libro che si organizza annualmente, dei laboratori di attività manuali in collaborazione con le imprese artigiane ed industriali locali.
  • La scuola primaria incontra l'arte: creare un progetto per far incontrare l'arte (pittura, poesia, musica) già nell'infanzia. Nella nuova scuola di Povolaro saranno esposte opere di pittura e fotografia, donate dagli artisti ed intervallate da poesie.
  • E’ nostra intenzione fruire dello spazio interno della scuola per mostre, serate musicali e teatrali per avvicinare i bambini e le loro famiglie a queste espressioni artistiche.
  • Istituire un tavolo di coordinamento delle agenzie educative (Comune, Istituzione scolastica, Comitato Genitori, Società Sportive, Associazioni Culturali e Musicali, Parrocchie ed Associazioni di Volontariato, Progetto Giovani) per ipotizzare un percorso di proposte formative integrate, rispondenti sia alle necessità delle famiglie di conciliare i tempi famiglia-lavoro, sia ai bisogni dei ragazzi. Dare valore al tempo libero, ai pomeriggi integrativi, allo sviluppo di loro specifiche competenze.
  • Ampliare poi il tavolo di coordinamento delle agenzie educative con la presenza dei rappresentanti delle forze dell’ordine, allo scopo di riprendere i lavori relativi al PET (Patto Educativo Territoriale), per codificare una serie di messaggi ed interventi che siano l’espressione univoca di una comunità che vive gli stessi sogni e desideri per sé stessa e per le nuove generazioni ed affronta le problematiche esistenti e future con un linguaggio “comune”.
  • Proseguire gli incontri periodici con la Consulta Istruzione.
  • Estendere, rafforzare e coordinare le iniziative extrascolastiche a favore degli alunni più svantaggiati.
  • Mantenere ed estendere i rapporti tra le Scuole e l'Amministrazione Comunale attraverso le iniziative che già si attuano come la visita delle classi in municipio ed il Comune dei ragazzi, intensificando le proposte che possano favorire già dai primi anni di scuola l'educazione alla cittadinanza attiva.
  • Favorire la conoscenza e la valorizzazione del nostro territorio (promuovendo gli spostamenti all'interno del comune), per esempio “alla scoperta del bosco di Dueville”.
  • Promuovere progetti di formazione rivolti agli studenti per sensibilizzarli sui temi ambientali, con particolare attenzione alle preziose risorse esistenti nel nostro territorio (risorgive, bosco) ed all’importanza della raccolta differenziata.
  • Sostenere e favorire l’attività dei quattro gemellaggi attivi (Schorndorf, Tulle, Calatayud, Fondazione Città della Speranza), incentivando l’attività di scambio culturale e la conoscenza delle finalità del gemellaggio.
  • Migliorare ed implementare la connessione Internet nelle scuole.
  • Continuare l’offerta, di concerto con il Comitato Genitori e le altre agenzie educative, di corsi di formazione rivolti ai genitori.
  • Aumentare il coinvolgimento del Comune dei Ragazzi istituendo, di concerto con l’Istituto Scolastico, la settimana della cittadinanza attiva: per 5 giorni il Comune di Dueville potrà essere amministrato dai ragazzi, con la supervisione di insegnanti ed amministratori.

Obiettivo Europa 2020 in questo ambito:

  • Portare gli investimenti in Ricerca al 3% del PIL europeo (Italia 1,26%, Veneto 1,03%).
  • Ridurre il tasso dell’abbandono scolastico dall’attuale 15% (Italia 18,4%, Veneto 14,2%) al 10% e aumentare la quota della popolazione tra i 30 e i 34 anni che ha completato gli studi superiori dall’attuale 31% (Italia 19,8%, Veneto 21,4%) ad almeno il 40%.
Democratici per Dueville © - All rights reserved.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.