Per il lavoro

Come sancito anche dai padri fondatori della Repubblica nel primo articolo della Costituzione, anche noi abbiamo deciso di iniziare questa sintesi di obiettivi con la parola “Lavoro”.
La crisi economica globale si ripercuote in modo grave anche nel nostro territorio, dove il numero dei cittadini e delle aziende in difficoltà è presente in maniera preoccupante.
L’Amministrazione Comunale deve svolgere un ruolo fondamentale ed attivo nella gestione di tali difficoltà, cercando di riattivare un processo di sviluppo locale come soggetto promotore e mediatore tra le opportunità lavorative esistenti e quelle da promuovere.

Per realizzare tutto ciò verrà istituito un nuovo Assessorato alle Politiche per il Lavoro.
CONCRETAMENTE proponiamo:

PER IL LAVORO

  • Creare un comitato di imprenditori, artigiani, commercianti a supporto della giunta e dell’Assessorato di riferimento, che proponga iniziative ed azioni per lo sviluppo delle attività produttive operanti nel territorio comunale.
  • Incentivare seminari formativi/informativi:
    • per le imprese sulle politiche regionali ed europee per lo sviluppo economico;
    • per il cittadino sulle proposte rivolte alla persona ed alla sua formazione in vista di un possibile reinserimento lavorativo.
  • Informare le Aziende sulla disponibilità di politiche attive per il lavoro a costo zero.
  • Incentivare lo scambio di informazioni con le aziende che cercano personale, offrendo il lavoro qualificato/riqualificato di cittadini che, attraverso il Progetto “Cercando il Lavoro”, sono stati seguiti in percorsi di formazione e che rispondono alle figure richieste.
  • Creare strategie di mutua collaborazione tra Amministrazione e Aziende (ad esempio attraverso la promozione di alcuni eventi, Premi, Riconoscimenti …).
  • Informare costantemente i cittadini sulle offerte di lavoro del nostro territorio, i percorsi di stage, di tirocinio, di reinserimento lavorativo, i percorsi formativi ed i progetti dell’Assessorato alle Politiche per il Lavoro .

PER LE ATTIVITA’ COMMERCIALI

Nonostante le forti accelerazioni date alle liberalizzazioni, vogliamo collaborare con i titolari delle attività commerciali locali e dei negozi di vicinato, per valorizzare il servizio che essi possono offrire a tutta la cittadinanza.
Siamo assolutamente consapevoli della risorsa che i negozi tradizionali rappresentano per la nostra comunità, soprattutto per le persone sole, anziane e con difficoltà negli spostamenti e non vogliamo disperdere il valore aggiunto che essi offrono.
Questo obiettivo si può raggiungere con nuovi elementi di arredo urbano e attraverso un’attività di collaborazione e coordinamento che porti ad animare maggiormente le piazze.

PER LE OPPORTUNITA’ OCCUPAZIONALI GIOVANILI

  • Promuovere lo Sportello Orientamento, il servizio che ha appena iniziato la sua attività presso il Centro Giovanile, volto a supportare i giovani nella scelta scolastica e professionale. Estendere l’attività anche all’orientamento universitario.
  • Promuovere il coworking: ci sono spazi per il tempo libero, la cultura, lo studio ma talvolta non ci sono spazi per lavorare. Il coworking è letteralmente la condivisione di uno spazio, che sia esso un ufficio o una casa, e di risorse con altri professionisti, appartenenti a diversi settori. Condivisione, collaborazione, costruzione di relazioni, fare rete: sono pratiche acquisite grazie all’utilizzo delle tecnologie digitali e diventano oggi le basi sulle quali costruire modelli diversi rispetto a quelli che la crisi ha dimostrato non funzionano più. Il coworking, il lavoro ripensato in chiave collaborativa, è uno di questi.
  • Sviluppare proposte concrete che favoriscano la mobilità giovanile internazionale, ad esempio:
    • accedendo ai fondi del  programma europeo Erasmus +;
    • incentivando il Servizio Volontario Europeo, dove i giovani possono svolgere volontariato in Europa, per un periodo dai 2 ai 12 mesi, adoperandosi come “volontari europei” in progetti locali nei settori dell’ambiente, dell’arte, della cultura, delle attività sociali, dello sport, del tempo libero;
    • incentivando gli scambi culturali degli alunni che frequentano la Scuola Secondaria;
    • accedendo ai fondi che finanziano corsi di formazione rivolti specificatamente ai giovani.

Obiettivo Europa 2020 in questo ambito:

  • Alzare il tasso di occupazione (20-64 anni) dall’attuale 69% (Italia 61%, Veneto 69,3%) ad almeno il 75%.
Altro in questa categoria: « PER LA FORMAZIONE - ISTRUZIONE

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.