Prime bocciature per la nuova viabilità

L'INCHIESTA. Le misure sperimentali sollevano le prime critiche. In via Arnaldi molti entrano contromano, anche se la colpa è degli automobilisti

Cittadini perplessi sulla larghezza della rotatoria davanti alla chiesa e su un incrocio con scarsa visibilità

Auto che spesso vagano contromano, un incrocio con scarsa visibilità che costringe gli automobilisti ad uscire con il muso dell'auto dallo stop e una rotonda un po' troppo stretta. La nuova viabilità introdotta il 26 novembre non è stata accolta con grandi sorrisi. Certo, la giunta ha precisato che è sperimentale e allora a maggior ragione l'amministrazione dovrà tener conto anche dei mugugni di chi in centro vive e lavora, e dunque ne conosce i problemi.«Solo nell'ultima settimana in via Arnaldi ho visto passare due auto contromano. Da quando sono state effettuate le modifiche, si verificano picchi di addirittura cinque veicoli al giorno che procedono nel senso di marcia opposto a quanto segnalato», afferma Roberta Corà, titolare del Salone Roberta. «È sicuramente colpa degli automobilisti ma il problema c'è. Se finora non ci sono stati incidenti è stata solo una questione di fortuna. Forse sarebbe il caso di illuminare maggiormente i cartelli che indicano il nuovo senso di marcia o di installare segnali luminosi». Per alcuni cittadini i disagi sarebbero legati anche al rondò realizzato davanti al piazzale di fronte alla chiesa. «Quella rotatoria lascia poco spazio per svoltare e ora che via Dante è a senso unico non è utile. Sarebbe da eliminare», dichiara Sergio Zanardo. «O quanto meno da spostare - aggiunge Roberto Menegato, titolare del Salone Roberto - consentendo così un accesso più agevole alla via». «In generale le modifiche alla viabilità non hanno causato grandi problemi», spiega Paolo Giusti, titolare del bar La Fortuna. «Eccetto che per la rotatoria: in diverse occasioni i pullman si sono dovuti destreggiare con diverse manovre per accedere a via Dante. Inoltre, anche l'incrocio tra viale dei Martiri, viale Olimpia, via Arnaldi e via Marconi potrebbe essere reso più sicuro: le auto che provenendo da via Olimpia vogliono imboccare via Arnaldi, sporgono con il cofano in viale dei Martiri perché c'è scarsa visibilità sulla destra». Dai cittadini, oltre alle segnalazioni sulle problematiche, arrivano anche i primi apprezzamenti sulla rinnovata viabilità. «Il nuovo senso di marcia di via Arnaldi regala un bello scorcio del paese a chi entra in centro», evidenzia Gianfranco Bortoli, proprietario dell'Emporio 88. «Inoltre in via Dante c'è più spazio per parcheggiare e la strada è più sicura». «Così il centro è più ordinato. Ora nessuno potrà più "tagliare" per accedere in piazza Monza, dove c'è il rondò che impedisce questa manovra», concludono le amiche Monica Bortoli e Tiziana Reginato.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.