Pressione fiscale e imposte comunali «Tariffe congelate»

Si cerca di non appesantire il carico

Il consiglio comunale ha dato il via libera al bilancio senza aumenti delle aliquote rispetto al 2014 e 2015

Imposte stabili anche per quest'anno a Dueville: durante l'ultima seduta del Consiglio comunale le aliquote, invariate dal 2014, sono state ulteriormente confermate per il 2016. Nel dettaglio l'addizionale comunale rimarrà allo 0,6 per cento come resterà invariata la Tasi allo 0,1 per cento per i fabbricati rurali ad uso strumentale e per le abitazioni principali classificate come edifici di pregio. Inoltre per queste strutture l'Imu resterà allo 0,4 per cento. Per le aree edificabili e per i terreni agricoli la tariffa non varia dallo 0,87 per cento. «Dopo l'avvio di gare e di procedimenti che annunciano una serie di cantieri in tutto il territorio, il bilancio di previsione 2016 prevede, nella parte corrente, il mantenimento dei servizi offerti ai cittadini, in linea con l'anno precedente, con l'eliminazione della tassazione sulla prima casa, come deliberato dalla legge di stabilità», spiega il sindaco Giusy Armiletti. «Non voglio in alcun modo seguire la "moda" di proclami facili sulla riduzione della pressione fiscale sulle famiglie: la situazione continua ad essere difficile sia per i cittadini che per le attività produttive e non tutto si può sempre spiegare con la politica dei "tagli" o della lotta agli sprechi, soprattutto in situazioni virtuose come quelle dei nostri Comuni». L'impegno preso dalla maggioranza è chiaro. «Da parte nostra continuerà a non mancare l'attenzione alle fasce più deboli della popolazione e la ricerca continua di fondi che possano permetterci di proporre tirocini, borse lavoro, azioni di sostegno al reddito. Senza dimenticare le tante proposte culturali, formative, sportive e di socializzazione».

Tagged under: tasse bilancio

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.