Pozzi geotermici «La Regione fermi le ulteriori analisi»

MONTECCHIO P. Dopo lo stop regionale al progetto della "Lifenergy Srl"

Ora i Comuni di Thiene, Villaverla e Sarcedo chiedono che si blocchi la seconda richiesta di ricerca della stessa ditta nel loro territorio

I sindaci accolgono con favore il decreto del presidente della giunta regionale, che «riporta il diniego del rilascio del permesso di ricerca alla ditta "Lifenergy Srl"». I primi cittadini dei Comuni di Montecchio Precalcino, Sarcedo, Thiene, Breganze, Sandrigo, Villaverla, Dueville, Caldogno, Carrè, Isola, Malo, Marano, Thiene, Zanè e Zugliano sono soddisfatti per l'interruzione dell'iter per la realizzazione di due pozzi esplorativi per la ricerca di risorse geotermiche a Levà. «La nostra posizione, emersa dopo l'acquisizione di pareri professionali e supportata anche da un'autorevole perizia redatta su incarico del Comune di Montecchio Precalcino da un esperto di fama mondiale, è stata contraria per mancanza di sufficienti garanzie alla fase di sfruttamento - aggiungono i sindaci - Consapevoli che in fase di ricerca non vi erano motivi ostativi tecnici, siamo soddisfatti che il fronte comune abbia comunque avuto un peso importante durante tutto l'iter». Il permesso di ricerca è stato negato perché "Lifenergy Srl" non risulta in possesso della capacità economica richiesta per la realizzazione del progetto, in quanto sciolta di diritto per perdita del capitale sociale e in stato di liquidazione. «Inoltre i Comuni di Thiene, Villaverla e Sarcedo, chiedono che non si perda altro tempo e che si chiuda sin d'ora la seconda richiesta di ricerca nel loro territorio presentata dalla stessa ditta. Manteniamo la nostra attenzione alla salvaguardia del territorio». Per il sindaco di Villaverla, Ruggero Gonzo, «questa è anche una nostra vittoria. Sono soddisfatto per il decreto: nonostante in futuro ne verrà pubblicato uno specifico per la seconda richiesta, questo primo provvedimento anticipa gli esiti dell'istanza di ricerca a Villaverla, Thiene e Sarcedo». «Le nostre motivazioni, verificate e approfondite, sono state espresse da un fronte compatto. Siamo contenti del risultato raggiunto», commenta il primo cittadino di Dueville, Giusy Armiletti. «Oltre a tutte le perizie eseguite - conclude Fabrizio Parisotto, sindaco di Montecchio Precalcino - è stato fondamentale mantenere alta l'attenzione: non ci siamo mai dimenticati dei pozzi e abbiamo fatto pressing sugli enti superiori».

Tagged under: pozzi geotermici

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.