Pozzi artesiani, futuro a rischio

DUEVILLE. Opere importanti nel documento di programmazione presentato nell´ultimo Consiglio

La giunta ha in programma una revisione del sistema di approvvigionamento idrico Si punta sull´acquedotto

Le linee programmatiche presentate dalla maggioranza durante l´ultima seduta del consiglio comunale hanno iniziato a dare forma a ciò che risulterà essere una delle opere più imponenti e importanti per il territorio duevillese.
“Assieme alla società Acque Vicentine, intendiamo dare il via al percorso verso la pianificazione e la realizzazione di un acquedotto comunale”, scrive la giunta nel documento di programmazione. “Nel frattempo ci impegniamo a garantire una corretta informazione sulla qualità delle acque di falda”.
Secondo una prima previsione realizzata da Fabio Trolese, direttore del servizio di gestione della rete idrica, presentata qualche settimana fa durante due assemblee pubbliche, l´acquedotto a Dueville potrebbe avere un costo che si aggira attorno ai 12 milioni di euro e una lunghezza di circa 50 chilometri.
L´investimento non sarà comunque deciso ed effettuato dall´amministrazione locale, ma dall´autorità d´ambito territoriale Bacchiglione. “È un percorso lungo che sicuramente si protrarrà oltre il primo mandato e forse anche dopo la fine del secondo”, spiega nella relazione programmatica la giunta. Tra le altre priorità presentate in aula consiliare, per quanto riguarda i lavori pubblici il gruppo dei “Democratici per Dueville” intende attuare il prima possibile l´adeguamento antisismico delle scuole per il quale si ipotizza una spesa di circa un milione di euro nel prossimo quinquennio. Tra gli altri argomenti figurano anche la valorizzazione del bosco di Dueville, il sostegno della mobilità sostenibile, la riqualificazione della zona ex Lanerossi e della piazza, oltre al processo partecipativo necessario per decidere assieme alla cittadinanza il futuro utilizzo dell´ex scuola di Povolaro. «Abbiamo atteso due mesi per vedere questo programma, che altro non dovrebbe essere la trasposizione di quanto presentato e proposto ai cittadini nei giorni precedenti le elezioni», ha aggiunto il consigliere Nicola Zaffaina.
«Oggi invece ci troviamo accenni, intenzioni, pensieri, speranze e troppo poche idee concrete». Per il grillino Massimo Golzato, «gli argomenti illustrati sono abbastanza condivisibili dal M5S, anche se sarà difficile realizzare concretamente tutto ciò che è stato proposto», conclude.

Tagged under: acqua acquedotto

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.