Povolaro, inizia la cura Farina

B2 MASCHILE. Dopo Cecchinato è giunto al timone della squadra il tecnico che ha colto la salvezza dell´Isola della Scala

«Prima di tutto si deve acquistare la fiducia persa. Quando la rosa è debole? Si lotta da gruppo e allora si può sempre fare la differenza»

È Marco Farina il nuovo allenatore del Povolaro chiamato a raddrizzare una stagione decisamente storta. Nessuna soluzione interna né l´arrivo di Dalla Fina, ma pur sempre un tecnico vicentino di livello conosciuto nel settore maschile. Venerdì sera, prima della seduta di allenamento, a due giorni dall´esonero di Cecchinato, il presidente del club Anna Lussi, accompagnata dal DS Munari e dal consigliere Luca Milocco, ha presentato Farina allo staff tecnico e successivamente alla squadra.

Sorrisi, strette di mano e prime parole del nuovo tecnico ai ragazzi. «L´avventura è impegnativa come ho detto ai ragazzi - spiega lo stesso Farina - non è semplice visto lo stato delle cose. Mi auguro di riuscire ad ottenere l´obiettivo della salvezza che la società mi chiede». E quindi Farina ha già la sua cura pronta? «Tutto dipende dai ragazzi sono loro che vanno in campo - ammette -. Dobbiamo però riacquistare la fiducia persa per strada. Ci deve essere tranquillità di lavoro ed impegno in palestra. Iniziamo lunedì con gli allenamenti (oggi ndr). Vedremo dove stanno i mali anche se ritengo che quello più grosso sia la convinzione nei propri mezzi. I set si chiudono dal 20 in poi. Qui non bisogna avere il braccino corto. Se c´è voglia di lavorare possiamo toglierci qualche soddisfazione. I punti ci son tutti per poterci salvare, assurdo non provarci». Cecchinato ha accusato la società di aver allestito una rosa debole. Ma il nuovo tecnico è cauto: «Fabiano lo conosco come ex compagno di gioco. In questo gruppo ci sono ragazzi che hanno affrontato categorie superiori come Guto e Borsatto, palleggiatore e opposto, asse portante per una squadra. Vedremo gli altri. Ma se si lotta da gruppo anche se non sei da categoria, può fare la differenza. Prima lavoriamo su questo aspetto poi sulla tecnica». Alle dichiarazioni rilasciate a Il Giornale di Vicenza di Cecchinato nei giorni scorsi, risponde invece il diesse Munari: «Cecchinato dice che siamo una società che deve crescere ed abbiamo intrapreso una ristrutturazione sia organizzativa che amministrativa ma è anche vero che per far questo abbiamo bisogno di avvalerci della collaborazione di persone disponibili a crescere con noi». Marco Farina, residente a Vicenza, manager per il Nord Italia di un´azienda nel settore farmaceutico, nella sua carriera di giocatore ha vestito le maglie di serie B a Montecchio, Verona, Mestre prima di chiudere la sua carriera a Vicenza in serie C con vecchie glorie quali Milocco e Capazzo. Con il Polazzo il salto in panchina, poi due anni a Campiglia con promozione in B2 e play-off per la B1 prima della rinuncia da parte della società della categoria nazionale. Lo scorso anno la chiamata a metà stagione ad Isola della Scala con l´obiettivo della salvezza centrato per un biglietto da visita che ora si presenta di buon auspicio

marco farina

Tagged under: volley sport Povolaro

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.