Pochi iscritti, la scuola è a rischio

DUEVILLE. Protesta all'elementare "Pezzani" di Passo di Riva con una lettera inviata a Comune, Provincia e Region

I genitori: «Non partirà la prima Solo 13 alunni contro i 15 previsti Stessa situazione di altri istituti
Noi però siamo stati penalizzati»

Anche per il prossimo anno scolastico non ci sarà la prima alla scuola elementare "Pezzani" di Passo di Riva a Dueville. Dunque, la primaria resterà orfana di prima e seconda per l'anno 2016/17. «La classe non partirà perché ci sono solo 13 iscritti, mentre per legge ne servono 15 - spiegano i rappresentanti di classe dei genitori - Il numero di bambini in paese è in calo e già fra un paio di anni sarà necessario ridurre ancora le classi. Con questo scenario riteniamo che sarà inevitabile la chiusura della scuola: come ci ha promesso il sindaco probabilmente resterà aperta per l'anno 2016/17; poi si profila la soppressione del plesso scolastico».Per i genitori degli alunni della "Pezzani", però, si sta dunque configurando un'ingiustizia sul piano sociale. Sono duri nel ricordare che «anche una sezione a Povolaro e una a Dueville sono nelle stesse condizioni, con 13 e 11 iscritti. Noi però saremo l'unica frazione obbligata ad una "transumanza" con conseguenze per l'asilo e la parrocchia - scrivono - Inoltre il nostro territorio non sarà più attrattivo per i nuovi nuclei famigliari, con una conseguente svalutazione delle nostre proprietà: chi verrà ad abitare in una frazione senza servizi?».Una situazione giudicata complessa, per la quale non sembrerebbe esserci una soluzione facile considerando che nel territorio comunale duevillese ci sono cinque elementari. «La scelta di fare un polo scolastico unico attualmente non è più sensata vista la recente realizzazione della nuova primaria di Povolaro: si potrebbe scegliere il modello opposto, avvicinando le scuole il più possibile alle comunità, ammettendo però che non ha senso avere due scuole elementari a 500 metri di distanza a Dueville - specificano i genitori riferendosi alla "Fogazzaro" e alla "Don Milani" - Ci troviamo con una scuola in fase terminale, destinata all'abbandono, sul cui futuro regna il silenzio». Il loro sfogo è nero su bianco, in una lettera inviata a Comune, Provincia e Regione da parte di uno dei genitori, Christiano Tarquini. «Con qualche sforzo potreste immaginare quell'area in abbandono fra qualche anno cosa potrebbe diventare? Un ritrovo di delinquenza», spiega. «La chiusura della scuola elementare e quindi nel prossimo immediato futuro, anche dell'asilo, faranno di Passo di Riva una comunità senza filo conduttore», conclude un altro genitore, Roberto Novello.

Tagged under: passo di riva scuola

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.