«Picchia i vicini di casa dopo una causa civile»

L'imputato a giudizio per lesioni

Avrebbe picchiato i vicini di casa, con i quali da tempo aveva da ridire per una vicenda di confini che era sfociata in una causa civile.Ieri mattina, il giudice Gerace - accogliendo la richiesta avanzata dal pubblico ministero Pipeschi - ha rinviato a giudizio Cristian Marangon, 47 anni, residente a Dueville in via Astichello. L'imputato, difeso dall'avv. Andrea Biasia, dovrà presentarsi in aula a metà maggio per rispondere delle accuse di violazione di domicilio e di lesioni personali. Le presunte vittime, i fratelli Mauro e Antonella Ravarotto, potranno costituirsi parte civile con l'avv. Nicola Mele per chiedere un risarcimento dei danni che ritengono di avere subito.I fatti contestati dalla procura sarebbero avvenuti a Dueville il 24 giugno di tre anni fa, ma all'origine della vicenda ci sarebbe una baruffa di vicinato. La famiglia Marangon aveva infatti costruito la propria abitazione vicino a quella dei Ravarotto; le proprietà erano divise da una roggia. Successivamente sarebbe diventata proprietaria di un altro immobile sempre in zona. Con i vicini erano sorte delle incomprensioni che avevano portato ad una causa civile.Dopo la sentenza in tribunale, in base a quanto ricostruito, Marangon sarebbe entrato nella proprietà di Mauro, raggiungendo il cortile, nonostante l'opposizione di Ravarotto. Era nata una lite nel corso della quale l'imputato avrebbe colpito Mauro con calci e pugni, causandogli lesioni guarite in 10 giorni, e poi sua sorella, che era intervenuta, che guarì in 25 giorni. Marangon si difende; lo farà in aula.

Tagged under: processo

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.