Orti della solidarietà - Con il ricavato si rilancia il progetto

DUEVILLE. Bilancio positivo dopo il primo anno

I guadagni del 2015 serviranno a finanziare l'inserimento lavorativo di due cittadini in difficoltà

«Il primo anno di attività della start up "Sos Orti: Seminiamo l'Orto Solidale" ha portato ottimi risultati. Con quanto guadagnato l'anno scorso sarà possibile finanziare anche per il 2016 due tirocini di inserimento lavorativo». È una soddisfatta Giusy Armiletti ad annunciare che per il secondo anno di progetto due cittadini duevillesi in difficoltà economiche potranno lavorare nell'appezzamento comunale di Povolaro, coltivando prodotti biologici destinati poi alla vendita. «I due tirocini saranno riattivati da maggio a settembre. Per finanziarli è stato investito il 50 per cento degli introiti ottenuti dalla cooperativa sociale agricola biologica "Il Cengio", che gestisce l'iniziativa, e utilizzato un fondo regionale arrivando così alla quota necessaria, ovvero 6 mila euro», spiega il sindaco. «Le verdure coltivate negli 8.500 metri quadrati di terreno comunale in via Bellini, messo in affitto a 100 euro annui, sono stati venduti ad alcuni negozi che trattano prodotti biologici, ma soprattutto a molti duevillesi che vanno a comprarsi gli ortaggi direttamente negli orti solidali. Il progetto si sta sostenendo autonomamente soprattutto grazie al chilometro zero». Inoltre continuano ad essere una decina le famiglie che coltivano i restanti 3.000 metri quadrati di terreno di proprietà comunale. «Sono famiglie in difficoltà economiche, sia italiane che straniere. Per chi avesse necessità e volesse presentare domanda in municipio c'è ulteriore spazio», aggiunge. «Valuto positivamente questa iniziativa che esiste soprattutto grazie al volontariato».

Tagged under: orti solidali

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.