Opere pubbliche da un milione - Ciclabile e piazza tra le priorità

DUEVILLE. Dal Consiglio comunale è arrivato il via libera al programma triennale dei lavoriì

In calendario ci sono anche le manutenzioni stradali e dell'illuminazione
Zorzo: «Nel 2016 ultimato l'80% dei cantieri, quest'anno proseguiremo»

Tra piste ciclabili e manutenzioni, la giunta prevede per il 2017 oltre un milione di euro in opere. Con l'approvazione in Consiglio del programma triennale dei lavori, la maggioranza ha presentato interventi per 555 mila euro: 350 mila, provenienti da fondo di bilancio, serviranno per generici interventi. «Verranno impiegati per manutenzioni ordinarie di strade o pubblica illuminazione - dichiara l'assessore ai lavori pubblici, Davide Zorzo - Con altri 205 mila euro, dei quali 15 mila fondi di bilancio e 190 mila contiamo di recuperarli tramite le alienazioni, realizzeremo il primo stralcio della pista ciclabile sull'argine sinistro del Bacchiglione. È un percorso di circa 2 km che dal ponte di Vivaro termina in via Bissolati: rientra nel più ampio progetto ciclabile che, una volta ultimata, passando per Caldogno giungerà a Vicenza». Zorzo ha presentato le opere 2017 che, essendo di importo inferiore ai 100 mila euro, non sono inserite nel piano triennale. «Come il rifacimento dei bagni della scuola "Don Milani" di Dueville, una piattaforma per il basket nell'area delle piscine e interventi sulla sicurezza stradale. Tutti lavori finanziati da fondi comunali. Ottenendo un contributo regionale, verrà effettuata la pavimentazione del parcheggio dell'ex area Lanerossi, sul retro del municipio». Con le entrare previste, in caso di esito positivo, dalle alienazioni, la giunta punta a effettuare la manutenzione straordinaria del villino Rossi di Povolaro, acquistare nuovi dispositivi informatici e attrezzature per le scuole e realizzare la pista ciclabile "Vamparon". «Nel 2016 abbiamo concluso più dell'80% delle opere pubbliche previste nel programma elettorale - dichiara Zorzo - Nel 2017 contiamo di ultimarlo e proporre nuovi interventi». «Con la chiusura dell'accordo che ci permette di demolire l'ex elementare di Povolaro - aggiunge il sindaco Giusy Armiletti - potremo iniziare il processo di democrazia partecipata che darà modo ai cittadini di esprimersi sulla riqualificazione futura del centro di Povolaro». Sul piano triennale il consigliere Corrado Tosin, di "Dueville Futura", ha mostrato perplessità.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.