Logo

Nuovo ecocentro per due Comuni

DUEVILLE. Il progetto di Soraris da un milione di euro è con Monticello

Rifiuti 24 ore su 24

A ciclo continuo la raccolta di materiale biodegradabile - Una ricicleria per recuperare gli oggetti da rigenerare

Una ricicleria, il verde conferibile 24 ore su 24 e una zona dedicata ai rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, di tipo non domestico. Sono queste le principali caratteristiche del nuovo ecocentro che sorgerà tra i Comuni di Dueville e Monticello Conte Otto, a vantaggio dei due territori. Si tratta di un'opera da un milione e 50 mila euro, che servirà un bacino di circa 24 mila utenti.Il sindaco di Dueville Giusy Armiletti, il primo cittadino monticellese Claudio Benincà e l'amministratore unico della società di raccolta rifiuti Soraris Roberto Blasich hanno firmato l'accordo di programma per realizzare la struttura. L'ecocentro intercomunale sorgerà in via del Progresso, a Monticello Conte Otto, in un'area verde attualmente non utilizzata, di proprietà comunale e a destinazione urbanistica F3 (destinata a parco giochi e sport). Diecimila metri quadrati, nella zona industriale a confine tra i due Comuni, oggetto di una prossima variante urbanistica in Consiglio comunale, a Monticello Conte Otto. Una zona che nel progetto preliminare della struttura viene definita come baricentrica tra i due paesi.Il nuovo ecocentro intercomunale è stato progettato con l'intento di garantire viabilità distinte agli utenti e ai mezzi di raccolta rifiuti, che potranno quindi operare anche durante gli orari di apertura al pubblico. Inoltre sarà possibile conferire rifiuti di tutte le tipologie, con una zona indipendente per i Raee professionali e un'area accessibile 24 ore al giorno dedicata ai rifiuti biodegradabili come il verde e agli imballaggi in carta e cartone.Infine sarà munito, all'ingresso, di una ricicleria dove gli utenti potranno depositare beni riutilizzabili prima che diventino rifiuti. Questi oggetti verranno poi ricondizionati e destinati a mercatini dell'usato o ad associazioni del territorio. «Vorremmo che questo ecocentro, attraversato dalla roggia Pila Vecchia, diventasse anche un luogo didattico, un posto dove insegnare ad alunni e ragazzi l'educazione ambientale - spiega Blasich - Si tratta di una struttura che intendiamo aprire agli utenti, anche il sabato». L'amministratore unico di Soraris ha spiegato che la struttura intercomunale consentirà un risparmio anche nella fase di realizzazione. «Si tratta di un'opera finanziata da Soraris, il cui investimento verrà ammortato nei prossimi dieci anni tramite le imposte sui rifiuti dei due Comuni - ha confermato Blasich - Una tariffa che non dovrebbe aumentare più del 5 per cento. Le previsioni indicano che fra i sei e gli otto mesi potremo arrivare al bando, per poi concludere i lavori e inaugurare la struttura nell'autunno o, al massimo, nell'inverno del prossimo anno».

Tagged under: rifiuti
Democratici per Dueville © - All rights reserved.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.