Non ha pagato gli alimenti - Condannato a due mesi

Il giudice Garbo ha condannato, nelle scorse settimane, Roberto Pizzato, 47 anni, residente a Dueville in via Cartiera, a due mesi di reclusione. La pena è stata sospesa, ma l'imputato dovrà risarcire la parte civile con 6.500 euro oltre al pagamento di 2.600 euro di spese legali. Il tribunale ha accolto la richiesta della procura.Pizzato, difeso dall'avv. Nicola Mele, era finito a processo per difendersi dall'accusa di non aver pagato gli alimenti alla moglie Daniela (assistita dall'avv. Davide Picco). Stando a quanto ricostruito dalla procura dopo la denuncia presentata dalla vittima, dal settembre 2007 all'aprile 2009 Pizzato non aveva corrisposto alla donna l'assegno di mantenimento di 250 euro al mese, che era stato disposto in via provvisoria e d'urgenza dal tribunale civile di Vicenza nell'aprile di quell'anno. Daniela infatti aveva lamentato che il marito le aveva fatto mancare i mezzi di sussistenza. L'imputato in quel periodo non le aveva versato nulla, mentre la difesa aveva reclamato con forza l'assoluzione davanti al giudice.In aula, al termine del dibattimento, il tribunale ha invece ritenuto Pizzato responsabile e l'ha condannato.

Tagged under: processo

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.