Multe per il rosso Con le telecamere il crollo è del 70%

DUEVILLE/1. Drastico calo dopo le iniziali 3 mila contravvenzioni del 2008

Più sicurezza lungo la Marosticana agli incrocidi Povolaro e di Passo di Riva. L'assessore Zorzo:«Risultato positivo grazie agli impianti Vista Red»

Da tremila a meno di mille infrazioni all'anno grazie ai due semafori con i dispositivi Vista Red installati lungo la strada Marosticana a Dueville. Dal 2008 ad oggi i passaggi con il semaforo rosso sono calati di quasi il 70 per cento nei due grandi incroci della Sp 248. Si tratta di quelli con via De Gasperi e via Santa Maria, a Passo di Riva, e con via Divisione Julia e via Pascoli a Povolaro. «Il drastico calo delle infrazioni è un fattore positivo per il miglioramento della sicurezza in un'arteria stradale così trafficata - afferma l'assessore alla polizia locale Davide Zorzo - I dispositivi Vista Red sono stati installati nel 2008: durante i primi dodici mesi hanno rilevato circa tremila passaggi con il semaforo rosso. Poi le infrazioni sono gradualmente scese di qualche decina ogni anno fino ad arrivare alle 2.418 del 2014. Nel 2015, poi, c'è stata una riduzione significativa a 1.416 mentre l'anno scorso ne sono state rilevate 988». Un calo probabilmente dovuto al sistema Vista Red che, in caso di infrazione, scatta foto e gira un breve video, con tanto di zoom sulla targa del mezzo transitato con il semaforo rosso. Le immagini, infine, vengono trasmesse agli agenti di polizia locale che, dopo essere risaliti al conducente, procedono con la sanzione. «Su questi due semafori, inoltre, da settembre è attivo in via sperimentale un sistema in grado di rilevare i mezzi sprovvisti di polizza assicurativa». Per quanto riguarda l'attività del consorzio Nevi a Dueville, «nel 2016 sono stati elevati 2 mila verbali e le ore di pattugliamento ammontano a circa 700. Da quest'anno inoltre, in convenzione con le guardie zoofile, cercheremo di intensificare i controlli su tutte le zone del paese. Dalle segnalazioni ricevute abbiamo rilevato una crescita nei fenomeni delle deiezioni canine non raccolte e, soprattutto, dell'abbandono dei rifiuti che sempre più spesso vengono lasciati all'interno dei fossi». Questo ultimo argomento verrà discusso durante la prossima seduta del Consiglio comunale di giovedì prossimo con l'approvazione dello schema di convenzione per lo svolgimento dei servizi di vigilanza faunistica, ambientale e zoofila, con la sezione provinciale di Vicenza dell'associazione "Italcaccia".

Tagged under: contravvenzioni

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.