Morto l'anziano travolto in bici

DUEVILLE. L'incidente si era verificato nel pomeriggio di mercoledì in viale della Repubblica. Coinvolta anche una moto

Claudio Bassotto, di 80 anni, è deceduto dopo un giorno di agonia Indagato per omicidio stradale il motociclista che lo ha investito

Non ce l'ha fatta Claudio Bassotto, 80 anni, coinvolto nell'incidente stradale di mercoledì scorso a Dueville. La sua vita, appesa ad un filo per ventiquattr'ore, si è spezzata in un letto del reparto di rianimazione dell'ospedale di Vicenza, dove si trovava ricoverato dal giorno prima. Troppo grave il trauma cranico riportato, troppo violento l'impatto sull'asfalto dopo lo scontro tra la sua bicicletta e la moto guidata dal monticellese Giuseppe Toniolo, adesso sotto inchiesta."Morte in seguito a coma sottodurale per ematoma post traumatico", questa la causa del decesso come riferito dai sanitari del San Bortolo alla polizia locale del Consorzio Nordest Vicentino che indaga sull'incidente per ricostruirne l'esatta dinamica. Dopo il decesso dell'anziano infatti, il magistrato di turno ha aperto un'inchiesta per omicidio stradale e ha ordinato il sequestro dei mezzi coinvolti: la bici della vittima e la moto Kawasaki del 61enne di Cavazzale, per i quali sarà disposta una consulenza, al fine anche di accertare le eventuali responsabilità. Inoltre, il magistrato disporrà una consulenza per stabilire la dinamica della disgrazia.Di sicuro c'è che mercoledì alle 16 il motociclista stava percorrendo viale della Repubblica in direzione di Dueville quando, all'altezza dell'incrocio con via Prati, ha centrato il ciclista. L'anziano, che proveniva dalla direzione opposta, avrebbe, secondo i primi rilievi, impegnato l'incrocio per svoltare alla sua sinistra appunto in via Prati, senza rendersi conto dell'arrivo della moto. Una caduta rovinosa per entrambi: Toniolo è stato dimesso dal nosocomio con una prognosi di oltre venti giorni, mentre il ciclista è deceduto dopo un giorno di agonia per i gravi traumi riportati. A soccorrere i due uomini sanitari del Suem di Vicenza che avevano anche cercato di rianimare sul posto Bassotto.Per stabilire le eventuali colpe, il magistrato incaricherà la polizia locale e un consulente tecnico di eseguire una serie di ulteriori accertamenti. Non è comunque la prima volta che nella strada che dalla Marosticana conduce a Dueville si verificano incidenti, anche gravi: a gennaio, a distanza di qualche chilometro, in un sinistro provocato da un malore era morto un altro anziano, di 88 anni. Bassotto, che avrebbe compito 81 anni a novembre, era vedovo viveva a Povolaro in via Colonna. «Era una brava persona, frequentava la chiesa e lo vedevamo sempre andare in giro in bicicletta, stava bene per la sua età e non mi risulta avesse particolari problemi», lo ricorda il parroco di Povolaro don Fabio Ziliotto.«Mi dispiace molto per la morte di Bassotto - commenta il sindaco di Dueville Giusy Armiletti - lo conoscevo di vista e lo ricordo come una persona cordiale, perché ci salutavamo sempre quando ci incrociavamo».È ancora presto per conoscere la data dei funerali, per i quali è necessario attendere il nulla osta da parte dell'autorità giudiziaria.

Tagged under: incidenti

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.