Mette in fuga i ladri durante la fiera

Un espositore che dormiva nel rustico è stato svegliato da un rumore, dopo l´allarme l´intruso si è immediatamente dileguato

A Thiene presi di mira tre negozi Stesso copione: infrante vetrate usando una caditoia in ghisa visitata pure la chiesa evangelica

Primo maggio di straordinari per i malviventi che hanno preso di mira il Thienese. A cominciare dalla fiera degli uccelli di Vivaro, dove la provvidenziale presenza di un espositore ha messo in fuga i ladri, colpite poi alcune attività e, nella notte fra martedì e mercoledì, la chiesa cristiana evangelica.
VIVARO. Tutto si aspettava, ma non di trovare un ospite nel rustico che ospitava la manifestazione chi ha preso di mira, nel cuore della notte, la Fiera degli uccelli. Erano circa le 3.30 quando Francesco Bonetto, collezionista di modellini di trattori ed espositore, è stato svegliato dal rumore provocato dall´apertura di una finestra. Con un misto di tempismo e coraggio ha fatto sentire la sua presenza, mentre ha visto in lontananza una figura nera armata di torcia e tanto è bastato per allontanare l´intruso. Questo ha permesso di salvare merce per 40 mila euro, fra modellini, acquari e strumenti per arrostire la carne.
FURTI. Colpita anche Thiene,dove ancora una volta i danni si sono rivelati più ingenti del bottino. L´altra notte i “topi” hanno infranto tre vetrine servendosi di una caditoia in ghisa. Alla pizzeria Margherita di via Santa Rosa «Hanno distrutto la vetrata per poi entrare, spaccare i tavoli e mettere fuori uso il registratore di cassa: il cassetto l´ho trovato dietro alla chiesa di San Vincenzo» racconta il titolare Pavel Spataru. «Ci sono danni per 3-4mila euro, a fronte di un bottino di 50 euro. Ho sostituito il vetro con una tavola di legno e dormirò dentro al locale per qualche notte». Colpito con le stesse modalità il vicino negozio di abbigliamento Kappa Ci di Katiuscia Costa. Dai primi accertamenti sembra che la cassa fosse vuota, anche se sostituire la porta di vetro costerà più di 1500 euro.
AFFEZIONATI. Per la terza volta in un mese e la quinta in due anni, i ladri sono tornati al negozio di informatica Twist 2 di via Vittorio Veneto. «Avevavo già provato in due occasioni a forzare l´ingresso» dice il titolare Domenico Cunico. «Visti gli insuccessi stavolta hanno infranto la vetrata, ma il buco non era abbastanza grande per entrare» Salvo i bottino, ma danni per duemila euro.
CHIESA. I malviventi non si sono fermati davanti ad un luogo di culto, sfondando una finestra della chiesa evangelica di via Kolbe. «Hanno rubato 300 euro di offerte che i bambini avevano raccolto per un missionario» dice il pastore Mauro Stevanato. Hanno causato danni per centinaia di euro.

Tagged under: Vivaro furti fiera

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.