Logo

Lite dopo le esequie - L'ex ritira la salma e cambia cimitero

DUEVILLE. La clamorosa decisione dopo il funerale di Giuseppe Calgaro

Niente sepoltura a Povolaro, dove è avvenuta la cerimonia funebre
La bara è stata portata ad Altavilla
«Il testamento diceva il contrario»

Neppure adesso riposa in pace. Perchè, prima e dopo il suo funerale, si sta consumando una battaglia fra le due donne della sua vita. E l'ex moglie, separata ma non divorziata, ha preteso che non fosse sepolto a Povolaro, ma ad Altavilla, nella tomba di famiglia. Ed è andata a prendersi la salma per cambiare cimitero. Una decisione contraria, a quanto sostiene la compagna, che ha condiviso con lui moltissimi anni, a quanto lui aveva scritto nel testamento.Giuseppe Calgaro si era spento qualche giorno fa a 69 anni, vinto da un male che non perdona. Imprenditore orafo di fama e successo, con la moglie Silvana Sorsi aveva acquistato il gruppo Balestra di Bassano, dando lavoro a centinaia di persone; i problemi giudiziari del gruppo avevano costituito per lui una fonte continua di preoccupazione, perché aveva sofferto molto per un tracollo di cui più volte aveva spiegato di non avere responsabilità. Si era separato da Silvana, dalla quale aveva avuto una figlia, e si era unito a Monica, dalla quale aveva avuto due figlie, con cui abitava a Povolaro di Dueville. Dopo la morte, Monica aveva organizzato il funerale a Povolaro, prevedendo la sepoltura nel cimitero della frazione di Dueville, come Giuseppe avrebbe scritto nelle sue ultime volontà e come avrebbe riferito alle persone che gli sono state vicine nell'ultimo periodo della malattia. Ma, stando a quanto ricostruito, un'ora prima della cerimonia funebre Silvana avrebbe contattato l'impresa funebre chiedendo con forza che non avvenisse la tumulazione. «Io sono ancora sua moglie e quindi la decisione spetta a me», sarebbe stato il senso del ragionamento. Di fatto, il funerale, molto partecipato, con diversi interventi degli amici che hanno ricordato la figura di Calgaro, si è celebrato regolarmente nel pomeriggio di mercoledì; ma non c'è stato il successivo corteo fino al cimitero, come inizialmente previsto.La salma è stata comunque trasportata al camposanto, alla presenza della prima figlia, e sistemata in una stanza della struttura, senza alcuna benedizione. Ieri mattina, la bara è stata prelevata da una seconda agenzia funebre (la prima avrebbe ritenuto di non svolgere il servizio) e portata al cimitero di Altavilla per la tumulazione nella tomba della famiglia Calgaro, su indicazione di Silvana. Quest'ultima avrebbe ottenuto idonea autorizzazione dal Comune di Dueville, che ha accolto la sua richiesta, per il trasporto e per l'operazione. Monica starebbe meditando in queste ore se intervenire in qualche maniera e opporsi, forte del testamento del compagno, che avrebbe espressamente chiesto di essere sepolto dove viveva ormai da molti anni. Ma avrà del tempo per decidere quale strada intraprendere. In ogni caso, la mancata tumulazione ha creato non poco stupore fra gli amici di una vita, e nuovi malumori per Monica e per le figlie, che avevano appena pianto la scomparsa di Beppe, com'era conosciuto Calgaro.

Tagged under: Povolaro funerale
Democratici per Dueville © - All rights reserved.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.