Le doppie bollette Presto un incontro con un avvocato

DUEVILLE. Cittadini ancora sul piede di guerra

«In una volta, fatturati tre anni» Gestore: «Chiusi i conti del 2011»

I duevillesi non ci stanno alle doppie bollette di Acque Vicentine relative ai servizi di depurazione e fognatura e decidono di muoversi uniti. «La prossima settimana organizzeremo un incontro per chiunque abbia dei dubbi e delle domande in merito», spiega la cittadina Chiara Borsato. «Sarà presente anche un avvocato che a titolo gratuito sarà disponibile per una consulenza». Dopo lo stupore dei giorni scorsi quando, aprendo la busta con le fatture da pagare dell´azienda che gestisce la rete idrica, le persone si sono trovate condensati in un´unica quota i valori del 2012 e del 2013, ora la cittadinanza si dice pronta a battersi. «In molti hanno notato che in quest´ultima bolletta sono stati fatturati tre anni: il 2011, il 2012 e il 2013», aggiunge Borsato.
«Gli ultimi due dovevano ancora essere pagati, ma per il primo avevamo già versato del denaro. Oggi il nostro pagamento è stato considerato come un acconto e vogliamo capire se legalmente Acque Vicentine può compiere un´operazione di questo tipo. Tutto ciò, ovviamente, oltre al malcontento per dover pagare in pochi giorni centinaia di euro per due anni di depurazione dell´acqua e le fognature».
È ancora il dg di Acque Vicentine, Fabio Trolese, a rispondere ai cittadini. «La bolletta del 2011 era provvisoria, in quanto non avevamo la certezza che i dati comunicati fossero realistici. Ora che abbiamo verificato anche per quell´anno la metratura dell´acqua uscente dalle case di Dueville, abbiamo chiuso i conti, annotando la situazione per il 2011 nell´ultima fattura arrivata ai cittadini». M.B.

Tagged under: tasse

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.