Ladro solitario in azione

DUEVILLE. Prese di mira le abitazioni di Passo di Riva e Povolaro
Rubati soldi e gioielli
Alcuni testimoni hanno visto un uomo allontanarsi

L´hanno visto in tanti ieri mattina aggirarsi nei quartieri residenziali tra Passo di Riva e Povolaro, guardare le abitazioni, suonare i citofoni. Tutti però, hanno pensato si trattasse di un agente immobiliare o un venditore porta a porta, fino a quando ai carabinieri sono iniziate ad arrivare telefonate allarmate di cittadini che riferivano di aver appena subìto un furto in casa. Diversi gli episodi segnalati, tutti con il comune denominatore del ladro alto, vestito di scuro, sui 35 anni e che si spostava su una Ford Focus nera; questo l´identikit del malvivente che, secondo le testimonianze, avrebbe colpito o tentato di colpire in più abitazioni tra via Boccaccio, via San Giovanni a Passo di Riva, dov´è stato visto e la frazione di Povolaro. Derubata di denaro e gioielli una coppia che abita in una delle villette lungo via Boccaccio, a due passi dal campo da calcio, dove il malvivente, ma potrebbe trattarsi di una banda organizzata, ha agito alla luce del sole, in un quartiere abitato soprattutto da famiglie con bambini. Il tutto, in una manciata di minuti, come racconta, ancora visibilmente spaventata, la padrona di casa: «Ero uscita per dieci minuti ad accompagnare la bimba al parco, mentre mio marito era andato dal barbiere e quando siamo tornati ci siamo accorti che la porta sul retro era stata scassinata e qualcuno ci era entrato in casa». Il topo d´appartamento, forzando la porta sul retro e dunque non visibile dalla strada, è riuscito così ad introdursi nell´abitazione, dove ha rubato denaro per 750 euro e gioielli conservati in camere da letto: «Lo tenevamo per pagare le bollette», spiega la signora. Spariti bracciali, collane, ma anche un orologio di valore e persino i dollari ricordo di un recente viaggio negli Stati Uniti.
«Ora stiamo facendo un inventario della roba sparita, per poi fare denuncia formale, speriamo che lo trovino perchè non è possibile che nemmeno di giorno si possa più stare tranquilli». G.AR.

Tagged under: furti

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.