Laboratorio creativo nel centro giovanile

DUEVILLE. I ragazzi potranno lavorare e seguire corsi di formazione

Grazie ad un finanziamento regionale, a Dueville nascerà un FabLab. L´iniziativa proposta dal Comune con la cooperativa il Mosaico, che gestisce il centro giovanile di via dei Martiri, prevede la realizzazione di uno spazio in cui sviluppare idee, progetti e avvicinarsi a diverse professioni.Si andranno a toccare ambiti lavorativi come quello della produzione orafa, dell´architettura, del design domestico, del tessile, dell´elettronica, ma anche telecomunicazioni, mobili in legno, lavorazione plastica, ausili per disabili, energie alternative e sostenibilità ambientale. «La Regione ha destinato 100 mila euro ai quali amministrazione comunale e cooperativa il Mosaico hanno aggiunto 34 mila euro», spiega il vicesindaco Davide Zorzo. «L´obiettivo è di unire diverse professionalità. Persone, disoccupate e inoccupate ma anche lavoratori, che decidano di mettere in gioco le proprie competenze e unirle a quelle di altri individui per sviluppare e far crescere idee». Per questa ragione, alcune zone del centro giovanile verranno trasformate in FabLab. «Ci sarà un´area comune in cui saranno installati computer e strumenti per la stampa digitale, disegno 3D, rendering e progettazione», aggiunge Zorzo. «Un´altra parte, invece, verrà dotata di due stampanti 3D, un tornio, una fresa di precisione, un laser cutter per le incisioni, uno scanner 3D, un laboratorio elettronico, una levigatrice e altri attrezzi per la falegnameria. I fondi stanziati serviranno ad acquistare tutto ciò». Le previsioni indicano che questa iniziativa entrerà concretamente in attività nel 2016. «Ogni settimana ci saranno 24 ore ad accesso libero e altre 24 dedicate invece ai corsi di professionalizzazione o alla realizzazione di progetti». A gestire la struttura saranno cinque faber, persone che hanno già avuto esperienze in FabLab e che quindi saranno di supporto a chiunque si dovesse interessare a questa iniziativa. «L´accesso è libero. Chiederemo solo una tessera associativa non onerosa», dice Zorzo. Contiamo molto sul successo di questa iniziativa perchè crediamo nella sua importanza dal punto di vista formativo».

Tagged under: fablab

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.