La solidarietà sale sul treno e porta aiuti ai bimbi in Africa

COOPERAZIONE. Sabato la partenza grazie alla collaborazione tra medici del Cuamm e Trenitalia

Il viaggio a vapore Vicenza-Schio per favorire la mobilità pubblica

Metti insieme Medici con l'Africa Cuamm e Trenitalia... e la solidarietà prende il treno. Un treno a vapore, vecchio stile, sul modello di quello che trasportava Harry Potter e gli altri maghetti da Londra alla scuola di Hogwarts. Solo che sabato, quel treno alimentato a carbone partirà da Vicenza alle 9 e raggiungerà Schio alle 10.20, percorrendo il tracciato della vaca mora. Sulle sei carrozze viaggeranno 260 alunni delle scuole primarie degli otto Comuni toccati dal percorso. L'obiettivo? «Rievocare un modo antico di muoversi, riflettere sulla differenza nei trasporti tra Italia e i paesi africani e per sensibilizzare sul progetto "Prima le mamme e i bambini" un po' tutti, compresi coloro che si accorreranno nelle stazioni intermedie ad ammirare il convoglio d'epoca». Cosa sia "Prima le mamme e i bambini" è presto detto. «È un sistema che dal 2012 garantisce l'accesso al parto sicuro e alle cure gratuite per le neo mamme in Angola, Etiopia, Tanzania e Uganda». Le parole sono degli organizzatori dell'evento, da Medici con l'Africa a Trenitalia e Ferrovieri con l'Africa, alla Provincia ai Comuni interessati e alle associazioni e Ulss.Insomma, suggestioni, storia, solidarietà e futuro (quello della linea ferroviaria Vicenza-Schio) saranno legate insieme da un unico filo rosso. «Il treno a vapore è stato un simbolo di sviluppo - dice Mario Benvenuti, consigliere provinciale con delega ai trasporti -. Oggi vogliamo promuovere un nuovo modo di intendere la mobilità favorendo i mezzi pubblici. La linea Vicenza-Schio, in particolare, deve tornare a rappresentare un perno del trasporto pubblico di questa provincia». Il sindaco e presidente della Provincia Achille Variati si rivolge direttamente all'assessore regionale ai trasporti Elisa De Berti: «In attesa del potenziamento della linea ragioniamo sull'integrazione gomma-rotaia, pensando anche ad una bigliettazione integrata con Svt».Intanto le locomotive a vapore sono pronte. «Nel continente africano - spiega Giovanni Putoto di Medici con l'Africa - sono proprio le distanze a impedire l'accesso alle cure. Il nostro progetto ha già permesso di abbattere i chilometri per molte donne incinte che grazie a un sistema di voucher posso raggiungere gratuitamente gli ospedali». E se Giorgio Calzavara della direzione trasporto regionale Trenitalia si dice «Soddisfatto della collaborazione instaurata tra l'azienda le altre istituzioni», Gino Mina, del gruppo Ferrovieri con l'Africa informa che «sono già 3 mila i trasporti in ospedale garantiti dai 9 mila euro raccolti dal gruppo grazie al sostegno di colleghi e associazioni». Ora resta solo da aspettare il fischio del capostazione e il classico avvertimento «Tutti in carrozza". Come detto il treno partirà alle 9.20 da Vicenza e arriverà a Schio alle 10.20. Il convoglio farà tappa ad Anconetta (9.28), Cavazzale (9.35), Dueville (9.44), Villaverla (9.52), Marano (10.10). Il treno ripartirà alle 10.45; alle 10.58 si fermerà a Thiene dove resterà fino alle 12.23. Nella pausa sarà premiata la migliore ricerca tra gli studenti sulle origini storiche, sociali ed economiche di questo ramo della linea ferroviaria. L'arrivo a Vicenza è previsto alle 13.06.

Tagged under: solidarietà treno

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.