La "Marcia del Redentore" ancora più bella sotto la pioggia

DUEVILLE. In 2.400 non hanno voluto mancare all'appuntamento con la manifestazion

La situazione inconsueta ha reso impegnativi ma anche affascinanti i tre itinerari proposti

Il maltempo non ha fermato i marciatori: in 2400 ieri si sono dati appuntamento a Povolaro per la 42a "Marcia del Redentore". I podisti, giunti nella frazione duevillese da tutto il vicentino e da fuori provincia, hanno affrontato gli 8, i 13 o i 21 chilometri previsti, sotto la pioggia. Considerevole anche la partecipazione dei gruppi, in tutto 64. Tra i più numerosi il Marathon Club di Maddalene con 132 partecipanti, il Laverda di Breganze con 101, seguito dai 90 Podisti Berici di Brendola, dagli 87 marciatori del Santa Croce di Bassano del Grappa e dall'Aido di Bolzano con 72 presenze. «La pioggia ha contribuito a renderla una marcia diversa dal solito - spiegano gli amici Marco Marcante di Zugliano e Giuseppe Cattaneo di Castelgomberto -. Perfetto per gli amanti del fuoristrada e del fango: abbiamo corso per 21 chilometri in una condizione meteo per noi fantastica». «Non c'è tempo che ci blocchi: la marcia si fa comunque, tutte le domeniche - aggiunge Lino Campesato di Creazzo -. E questa pioggia è sicuramente ben accetta dopo il periodo di siccità». La manifestazione sportiva, organizzata dall'Asd Marciatori Da Nico, si è sviluppata su tre diversi percorsi tra i territori di Dueville e Sandrigo. I podisti che hanno scelto l'itinerario più lungo, da 21 chilometri, partendo da piazza del Redentore hanno seguito via Astico Antico entrando a Passo di Riva. Hanno superato il torrente Astico per poi giungere a Sandrigo. Infine sono rientrati attraversando la frazione Lupia e terminando la marcia a Povolaro. «Sicuramente un appuntamento dedicato ai marciatori più convinti - afferma Domenico Munari di Montecchio Precalcino -. Gli eventi in pianura alla lunga possono stancare, ma con i terrai dell'Astico, la pioggia e il fango diventa tutto più interessante». «Una marcia bellissima, anche con il maltempo. La pioggia regala nuove atmosfere e nuovi paesaggi», evidenzia Renato Castegnaro di Altavilla. «Partecipazione incredibile - conclude il presidente dell'Asd Marciatori Da Nico, Francesco Valente -. Una gran soddisfazione, considerando anche il gran numero di gruppi. In molti ci hanno chiesto di ripetere la maratona dell'anno scorso, ci stiamo pensando»

Tagged under: corsa Povolaro

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.