La caserma è finalmente realtà

DUEVILLE. Ieri il taglio del nastro per la fine dei lavori della tenenza dei carabinieri. Sarà operativa nei prossimi mesi

Polemico il sindaco Bertinazzi quando ha visto che mancavano proprio i carabinieri. In realtà si è trattato solo di un ritardo

La caserma dei carabinieri al servizio di Dueville, Montecchio Precalcino, Caldogno, Monticello e Costabissara, è finalmente realtà. Ieri, alla presenza di amministratori locali e rappresentanti delle associazioni d´arma, è stata sancita la conclusione dei lavori ed è stato tagliato un primo nastro. Ne arriveranno altri, così da saziare i sindaci arrivati a fine mandato, che hanno avuto la loro gloria ieri, e quelli che arriveranno. Già, perchè la tenenza non sarà subito operativa, visto che ad oggi non ci sono militari all´interno e non ci saranno probabilmente ancora per qualche mese.

La cerimonia è iniziata senza una rappresentanza ufficiale dell´Arma, tanto che qualcuno aveva già pensato ad un incidente diplomatico, specie quando il sindaco Bertinazzi si è dimostrato un po´ indispettito nel suo discorso. «Mi spiace che non siano venuti i Cc visto che questa tenenza è stata realizzata proprio per loro», sono state le parole del primo cittadino. «Avevamo spiegato che questo appuntamento altro non era che l´inaugurazione dello stabile, non del servizio che porterà alla comunità». Anche il primo cittadino di Monticello Conte Otto, Alessandro Zoppelletto, ha avuto da ridire. «È sintomatico inaugurare la caserma solo con i carabinieri in congedo: ci siamo tutti meravigliati dell´assenza dei Cc, ma accettiamo la scelta».
In realtà i carabinieri non hanno snobbato la cerimonia in quanto all´alzabandiera era presente una pattuglia di militari, mentre il comandante provinciale, colonnello Giuseppe Zirone è arrivato poco dopo il taglio del nastro. Solo un ritardo, dunque, dovuto a motivi di servizio, la motivazione ufficiale.
Il sindaco di Caldogno Marcello Vezzaro, ha preferito evitare polemiche e pensare al sodo. «Ora che la caserma è pronta, bisogna essere operativi il prima possibile», ha dichiarato. «Manca solo l´arredamento, e se lo Stato non riuscirà a provvedere neanche a questo, chiedo alla Regione di darci una deroga al patto si stabilità per consentirci di procedere con l´acquisto del mobilio». Per Imerio Borriero, sindaco di Montecchio, «è un regalo che noi tutti ci siamo fatti, una tenenza che va a beneficio della comunità». Infine c´è stato un saluto anche dell´assessore ai lavori pubblici Alessandro Corà, in rappresentanza dell´amministrazione di Costabissara.
«L´unica polemica che farò sarà nei confronti dello Stato, non dei carabinieri, e riguarderà il futuro di questa struttura», ha detto l´assessore regionale Giorgetti. «Essa dovrà essere riempita il prima possibile del personale dell´Arma che sono sicuro svolgerà ottimamente il proprio lavoro, come sempre»

caserma inaugurazione

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.