«La caserma dei carabinieri fa acqua»

DUEVILLE. Un documento presentato in assemblea consiliare aggiorna la situazione in cui si trova l'edificio a soli quattro anni dalla sua realizzazione
I consiglieri di minoranza: «Il garage è inservibile Problemi alle scale e al riscaldamento dei ripostigli» Il Comune: «Al via nuovi controlli sulle infiltrazioni»

Infiltrazioni e muffa sono solo alcune tra le varie criticità della tenenza e degli alloggi dei carabinieri segnalate dal gruppo di minoranza "Dueville Futura" durante l'ultima seduta del consiglio comunale.Per i consiglieri Cornelia Donà, Corrado Tosin, Alessandro Benigni e Stefania De Forni, «a seguito di un sopralluogo condotto a febbraio la situazione di disagio non è stata solamente confermata, ma anche corroborata da ulteriori e gravissime mancanze». È quanto evidenziato in un'interpellanza presentata dall'opposizione e riferita alla struttura di via della Repubblica. «Il garage è quasi completamente inservibile, le infiltrazioni d'acqua hanno ristretto il posteggio utile per i militari a una piccolissima fascia nella zona dei pilastri. Posteggio utile, si intende, a non vedersi la macchina coperta di calcare che proviene dal soffitto tramite le infiltrazioni e che, a lungo andare, causa il deterioramento della vernice delle vetture private. In molti fra gli occupanti della palazzina hanno dovuto sostituire l'auto proprio per questo motivo»."Dueville Futura" segnala anche la presenza di muffa su un muro dell'autorimessa che, essendo distanziato dal tetto, «lascia passare la pioggia. A poca distanza da questo muro a suo tempo venne posizionato un condizionatore del tutto inservibile giacché il garage non è uno spazio chiuso. Anche i ripostigli presentano gravi problemi di infiltrazioni - continua l'interpellanza - e le scale che collegano il garage al pianerottolo dove si aprono gli ingressi degli appartamenti sono invase dall'acqua anche quando le precipitazioni sono scarse. Il pavimento del pianerottolo è sdrucciolevole e all'interno della tenenza gli spogliatoi sono inservibili in quanto senza riscaldamento o raffreddamento. Inoltre i travi portanti presentano porzioni di intonaco completamente mancante a causa delle analisi strutturali effettuate. Infine sulle porte della caserma l'intonaco è scrostato e cadente lungo le spalle e l'architrave».I consiglieri di minoranza hanno chiesto lumi alla maggioranza, sollecitando una veloce risoluzione dei disagi. Alla richiesta il vicesindaco Davide Zorzo, dopo una premessa sulla verificata sicurezza statica della struttura, ha risposto spiegando che nelle prossime settimane verranno realizzati alcuni piccoli lavori di sistemazione come l'installazione di lastre in lamiere per impedire le infiltrazioni e l'applicazione di pittura fungicida all'interno di alcune stanze. «Dopo le 113 indagini di diagnostica strutturale effettuate l'anno scorso, la perizia, voluta dai Comuni di Dueville, Caldogno, Costabissara, Monticello Conte Otto e Montecchio Precalcino che hanno finanziato la tenenza, continua ad avere seguito per dimostrare la validità dell'intero costruito, anche con riguardo alle eventuali "minime" carenze», evidenzia il sindaco Giusy Armiletti. «Nulla deve essere ignorato: con le prossime indagini per induzione magnetica e termografiche in circa due mesi arriveremo ad avere una definizione tecnica, e critica, di quanto costruito, distinguendo gli interventi di normale manutenzione, già in corso di attuazione e a carico dei Comuni, da quelli che saranno semmai accertati nella responsabilità di altri. Voglio rassicurare i cittadini dei cinque Comuni e gli ospiti della nostra tenenza: c'è un gruppo di lavoro che da mesi sta operando per risolvere i problemi. Questa struttura - conclude - è in cima alla lista delle nostre priorità».

Tagged under: caserma

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.