In tremila a correre più tosti della pioggia

DUEVILLE. La 42^ Brosemada si conferma marcia d´elezione per il popolo degli appassionati

Sono stati 67 i gruppi di podisti che hanno allietato la kermesse

Più che il freddo che ci si aspetta partecipando ad una marcia denominata “Brosemada”, ieri è stata la pioggia a scandire la 42^ edizione della storica manifestazione podistica duevillese. Nonostante il meteo avverso, sono stati tremila i marciatori che dall´area ex-Lanerossi sono partiti per affrontare uno tra i quattro itinerari di 6, 12, 18 o 24 chilometri.

I percorsi hanno permesso ai corridori di scoprire gli angoli più nascosti non solo di Dueville, ma anche di Villaverla e Montecchio Precalcino, alternando tratti pianeggianti a stradine sulle colline. «Fortunatamente il maltempo non ha condizionato più di tanto l´affluenza», ha spiegato Giancarlo Trevisan, presidente del Corri Con Noi, associazione organizzatrice. «Ci sono stati molti corridori singoli che si sono iscritti», aggiunge. Folta anche la partecipazione dei gruppi, in tutto 67, provenienti dalle province di Vicenza, Padova, Venezia e Verona. I più numerosi a marciare sono stati il Marathon Club Vicenza, i marciatori Da Nico di Povolaro, il Laverda Breganze, i Podisti Berici, La Noce di Villaverla, i marciatori di Sandrigo, la Santa Croce di Bassano del Grappa, i marciatori Marosticensi, quelli Novesi e di Malo.
La scelta preferita tra i tragitti? Quello da 12 chilometri pianeggianti che da via don Benigno Fracasso si sviluppava verso i boschi di Dueville e di Novoledo entrando nel territorio di Villaverla.
«È un percorso ben segnalato in mezzo ai campi e al verde che caratterizza le nostre zone», ha raccontato al traguardo la villaverlese Maria Rosa Revelin. «Sono sei anni che partecipo a questa manifestazione e devo dire che il percorso da 24 chilometri è davvero molto bello, con tratti in piano alternati a quelli in salita», ha aggiunto Giovanni Berto di Isola Vicentina, corridore del team Vicenza Runner. «
Questo è il sesto anno di fila a cui prendo parte alle Brosemada. Nonostante ciò è difficile stancarsi dai tragitti proposti». «Il bosco in questo periodo è particolarmente suggestivo - ha spiegato Silvano Saccardo di Villaverla - e sicuramente non è il maltempo a fermarci. Siamo abituati a correre sotto la pioggia». «Spesso non ci si rende conto di quanti angoli nascosti possa continuare ad offrire il proprio paese», ha concluso Claudia Gonella della Polisportiva Dueville. «Dal 2004 ho sempre partecipato, ma continuo a scoprire luoghi bellissimi immersi nella natura», ha aggiunto.

Tagged under: corsa brosemada

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.