In 4 mila contagiati da sport e amicizia

DUEVILLE. Alla manifestazione primaverile Green Merit organizzata in collaborazione con l'amministrazione comunale, la Pro loco e la Fidas
Dodici ore di basket, calcio, volley e musica al parco Baden Powell per 400 giovani divisi in 57 squadre

In origine fu il trofeo Merit, kermesse amatoriale simbolo della passione calcistica duevillese. Poi arrivò il Green Volley, che come suggerisce il nome proponeva sfide di pallavolo su prato, invece che su parquet oppure su sabbia. Ecco dunque che, dall'indovinata unione tra le due kermesse sportive, si arriva, quest'anno per la terza edizione, al Green Merit, evento dedicato al pallone, basket compreso, alla musica, alla convivialità, al divertimento. E grazie anche alla bella giornata di sole, l'atmosfera ieri al parco Baden Powell di Dueville, dove è andato in scena l'evento curato da una macchina organizzativa giovane ma rodata, strizzava l'occhio al Coachella, il festival hippie-glamour che si tiene annualmente a fine aprile in California.Restando più sul locale, la 12 ore di tornei di calcio, pallavolo e basket ha richiamato nel grande spazio verde a due passi dalla biblioteca comunale qualcosa come 4.000 persone, da mattina fino a sera. «Almeno il 30 per cento in più - assicura Andrea Boffo, tra i promotori della manifestazione - rispetto allo scorso anno». In tanti non si sono voluti lasciar sfuggire il clima primaverile, approfittando dell'iniziativa, patrocinata dall'amministrazione comunale, per fare un po' di sana attività all'aria aperta: come i 400 e più iscritti alle gare, ragazzi del posto ma anche, tanti, provenienti dall'hinterland e da tutta la provincia, che suddivisi in 57 squadre sono andati avanti per 12 ore filate, dalle 8.30 del mattino alle 20, a sfidarsi a colpi di pallone nelle tre aree dedicate.Ben 28 i team di volley, misti femminili e maschili, 20 quelli di calcio e 9 per la pallacanestro, entrambi solo al maschile. Chi invece ha voluto prenderla in modo più rilassato ha potuto trascorrere il sabato tra le due situazioni musicali, con i dj Ceffo e Batty, la zona pranzo, aperitivo e cena con panini, birra e persino pizza e lo spazio per le famiglie con giochi e intrattenimento. E per chi, dopo le ore di sport e sole, aveva ancora voglia di ballare, a prendere il testimone in serata sono stati i ragazzi del "Freak", il dj Zax e il vocalist Vise. «È andata bene, anzi benissimo: la gente si è divertita e anche le famiglie, grazie all'ampliamento dell'area bambini, sono venute numerose - commenta soddisfatto Andrea Boffo -. Il mio ringraziamento va, oltre che al Comune, alla Pro loco e alla Fidas, che ci hanno sostenuto aiutandoci nella riuscita di questa giornata»

Tagged under: sport

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.