Il Redentore attira 4 mila marciatori

DUEVILLE. Successo di pubblico per la 41^ podistica che ha visto rispondere all´appuntamento appassionati arrivati da tutta la regione

S´è svolta anche la maratona alla quale hanno partecipato in 200 Settanta i gruppi presenti al via lungo i tradizionali tre percorsi

C´era il sole, anche se la temperatura ieri mattina alla partenza era piuttosto rigida, ad accogliere più di 4 mila podisti che sono giunti a Povolaro per la 41^ edizione della marcia del Redentore.
Una manifestazione sportiva ormai diventata storica, e che ieri ha proposto oltre ai tre percorsi tradizionali di 8, 13 e 21 chilometri, anche i 42 chilometri con la maratona che l´anno scorso di fatto era saltata.
GRUPPI. Oltre alle diverse migliaia di sportivi e ai cento volontari impegnati dalle 7, ieri in piazza Schorndorf si sono presentati 70 gruppi, arrivati anche dalle province di Padova e Verona. I più numerosi sono stati il Marathon Club di Maddalene, il Corri con Noi di Dueville, il Laverda di Berganze, seguiti dal gruppo sportivo di Sandrigo e dai marciatori Santa Croce di Bassano del Grappa.
I PERCORSI. Otto, tredici e ventuno chilometri sono le classiche distanze che da più di quarant´anni vengono proposte dal gruppo marciatori Da Nico, associazione organizzatrice. Itinerari che attraversano le campagne attorno a Povolaro, seguendo in parte i corsi del Laverda, dell´Astico e del Tesina. Con punti di ristoro ogni cinque chilometri, la marcia si è svolta non solo nel territorio comunale duevillese, ma anche in quello di Sandrigo, Bressanvido, Bolzano Vicentino e Monticello Conte Otto.
LA MARATONA. Risale all´anno scorso la prima edizione della maratona del Redentore, iniziativa d´appoggio all´evento principale, pensata proprio per celebrare il quarantesimo anniversario della manifestazione podistica. Nel 2014, però, il maltempo non ha permesso ai corridori di percorrere interamente la massima distanza. Così quest´anno i 42,2 chilometri sono stati riproposti. In tutto hanno aderito alla prova più impegnativa, comunque non competitiva, 200 maratoneti.
I PODISTI. «È la prima volta che partecipo alla marcia del Redentore», ha spiegato la vicentina Patrizia Riello.
«Mi sto preparando per una mezza maratona competitiva e il percorso da 21 chilometri, sia asfaltato che sterrato, è davvero un buon allenamento». «Noi abbiamo scelto gli 8 chilometri, un bel giro tra le campagne della zona e le stradine secondarie», hanno aggiunto Elena Scapin da Grantorto e Denis Campagnolo di Pozzoleone. «Ottima anche l´organizzazione». Sono stati apprezzati dagli sportivi anche gli aspetti naturalistici.
«Le risorgive, il Testina, l´Astico, i pesci, le acque cristalline e le fattorie: si tratta di bellissimi particolari che muovendosi in auto o in bici non si possono notare, mentre a piedi risaltano», hanno affermato i vicentini Mariangela Mauri e Angelo Bagattin, dopo aver corso per 21 chilometri.
«È anche una marcia perfetta per chi vuole far movimento con il proprio amico a quattro zampe», ha concluso Giovanni Zecchinati in compagnia del suo cane Nina.

Tagged under: marcia Povolaro

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.