Il market si allarga - Arrivano un rondò e una pista ciclabile

DUEVILLE. Opposizione contraria al progetto da circa 500 mila euro

Rotatoria all'uscita dal casello per snellire il traffico come compensazione per l'ampliamento dell'Alì

Opere per oltre 500 mila euro come compensazione per il permesso di realizzare una grande struttura di vendita a Dueville. È la proposta di Alì Spa, la catena di supermercati che a fine 2014 ha inaugurato una media distribuzione in via Valdastico. L'azienda padovana intende ampliare il punto vendita esistente da circa 2.500 metri quadrati a quasi 8 mila: un incremento della superficie commerciale che in contropartita porterà la realizzazione di una rotatoria all'uscita del casello autostradale e di un tratto di pista ciclabile a Passo di Riva.«Con l'entrata in vigore della nuova legge sul commercio, il Comune ha dovuto adeguare il proprio strumento urbanistico con una specifica variante per l'individuazione di aree commerciali che siano idonee all'insediamento di medie e grandi strutture di vendita», ha spiegato l'assessore all'urbanistica, Enrico Pianezzola. «Con la procedura adottata per predisporre la variante sono stati pubblicati due bandi: uno, in particolare, riguardava la formulazione di accordi per iniziative di rilevante interesse pubblico». Le proposte, presentate da cittadini o da operatori economici, dovevano riguardare esclusivamente interventi di nuova edificazione, di riqualificazione o riconversione architettonica e urbanistica, di valorizzazione del­ territorio e del patrimonio edilizio esistente nonché di completamento di aree di urbanizzazione consolidata connesse a iniziative di carattere commerciale. «La sola ditta Alì Spa ha presentato una manifestazione di interesse, con la quale ha chiesto di ampliare la superficie di vendita del fabbricato esistente dagli attuali 2.499 metri quadrati a 7.900, mediante la realizzazione di una grande struttura di vendita». Richiedendo una variante per l'insediamento di un'attività commerciale più grande dell'attuale media struttura, l'azienda si è inoltre impegnata a versare un contributo straordinario a favore del Comune per la realizzazione di opere pubbliche nell'ambito dell'intervento. «Una somma stimata in 555.775 euro da un'apposita perizia», ha aggiunto l'assessore. «Visto l'importo e considerato che deve essere utilizzato nell'ambito urbanistico dell'intervento commerciale richiesto, l'Amministrazione comunale ha valutato la possibilità di realizzare una rotatoria all'uscita del casello autostradale, oltre a un tratto di pista ciclabile fra via De Gasperi e via Marzotto». Per Pianezzola la rotonda potrebbe garantire uno snellimento del traffico nella zona di accesso e uscita dell'A31. «Infine, il completamento della pista ciclabile, con nuovo tratto di circa 350 metri, permetterà di collegare le aree a nord e a sud dell'autostrada». L'accordo tra Comune e Alì, che per il momento è stato approvato dalla giunta e al quale seguirà una futura votazione della variante in aula consiliare, è stato fortemente criticato dalla minoranza di "Dueville Futura". «Una rotatoria in uscita al casello non agevola direttamente né i cittadini, né il privato», hanno scritto in una mozione, non approvata durante l'ultima seduta del Consiglio, i consiglieri Corrado Tosin e l'ex capogruppo di "Dueville Futura" Nicola Zaffaina. «La società che gestisce l'A31 - hanno evidenziato - ha la possibilità di partecipare economicamente alla realizzazione di opere viarie che agevolino il traffico in uscita ed entrata dalla rete gestita fino a 200 metri del casello, distanza in cui rientra l'area per la realizzazione della rotatoria». Con la mozione la minoranza ha richiesto la sospensione della delibera di giunta al fine di valutare come impiegare la cifra, prevista per il rondò, in altre opere utili ai cittadini. «Parallelamente agli accordi con Alì, ci stiamo confrontando con i gestori dell'A31 per realizzare un miglioramento viabilistico e la messa in sicurezza di via Astichelli», ha concluso Pianezzola.


Marco Billo

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.