Il contemporaneo di casa a Dueville - Ospiti dall'Europa

DANZA. Il 10 dicembre partirà la quarta edizione della rassegna

Organizza Dedalofurioso: oltre alla compagnia romana Esklan Art's Factory, ecco gli italo-tedeschi Riu Dense Sense ed il gruppo olandese Lou Motion

DUEVILLE«Che gioia aver portato la danza nei cuori di tante persone, regalando bellezza e poesia spesso inaspettate». Con queste parole, Roberto Bolle ha commentato il successo del suo show su Rai Uno. La danza piace sempre di più al pubblico ed è bene sapere che, grazie all'impegno di molti appassionati, non è solo una meraviglia da guardare a distanza in televisione, ma la si può anche ammirare più da vicino, seduti sulle poltrone rosse di un teatro a pochi passi da casa.Appuntamento, quindi, il 10 dicembre alle 21 al Teatro Busnelli di Dueville, dove si inaugurerà la quarta stagione del festival "A taste of dance...frammenti di danza contemporanea", organizzato da Dedalofurioso società cooperativa in collaborazione con associazioni e centri artistici locali. L'apertura sarà affidata allo spettacolo "4 John", in prima regionale, della compagnia romana Esklan Art's Factory di Erika Silgoner, a cui seguiranno altre due serate di spicco (oltre ad una rosa di eventi collaterali allo spazio CUCA- Centro Urbano di Cultura Artistica di Sovizzo). "Silgoner, ballerina di fama internazionale, non si limita a portare in scena un prodotto finito, ma -ha dichiarato il direttore artistico del festival Giulia Menti- le sue performances si trasformano ogni volta, contaminandosi con il respiro del pubblico e le sue reazioni, dando vita a spettacoli sempre unici".La programmazione della rassegna, che "ha l'obiettivo fisso di emozionare e coinvolgere il pubblico con esibizioni sempre di più alto livello", come ha sottolineato Menti, proseguirà il 21 gennaio alle 21 con la performance "Man in the clouds" sempre in prima regionale, della  compagnia "Riu Dense Sense", fondata cinque anni  fa ad Hannover, da Simone Deriu e la moglie Tatiana Marchini.Sono apprezzati soprattutto in Germania e Svezia per "il loro studio complesso e molto personale sul movimento, che ha basi nella ginnastica". Attesissima il 18 febbraio alle 21 per la chiusura del festival, la prima nazionale di "In due", che vedrà esibirsi sul palcoscenico Menghan Lou, uno dei danzatori più richiesti del panorama contemporaneo europeo, con la sua compagnia olandese "Lou Motion". Si contraddistingue per i movimenti molto controllati e tecnici, ma al contempo fluidi e veloci, che prendono spesso ispirazione dal mondo dei sogni. In apertura di ogni serata, sarà possibile apprezzare, nell'ordine, le tre compagnie selezionate dal bando del progetto a sostegno delle realtà emergenti "PS Pre-Scriptum" indetto da Dedalofurioso: "Lpp Project Dance Company" di Verona, la "Compagnia Ballanthe Canzonita" di Padova-Vicenza ed il progetto "Il viaggio di Ofelia" di Vicenza.Biglietti a 12 euro e abbonamento ai tre spettacoli a 30 euro (ingresso ridotto a 10 euro il biglietto e 25 l'abbonamento ed ulteriori agevolazioni per le scuole di danza). Informazioni e prevendite scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o telefonando al 340 1166500 oppure alla cassa del teatro il mercoledì dalle 9 alle 12.

Tagged under: danza Busnelli

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.