Il Consiglio dei ragazzi approva leggi in senato

Il progetto ha compreso anche un incontro con la giunta

A Palazzo Madama gli studenti della "Roncalli" hanno simulato una seduta per imparare a legiferare

Dal municipio di Dueville al Senato della Repubblica. Gli studenti della scuola secondaria di primo grado "Roncalli", che pochi giorni fa sono stati eletti o riconfermati nel Consiglio scolastico dalle votazioni nell'istituto duevillese, si sono recati a Roma per visitare i luoghi che ospitano il Parlamento.Quello a cui hanno aderito il giovane sindaco Valentina Poscolere, giunta e consiglieri dei ragazzi, è un progetto educativo proposto dall'Amministrazione comunale il cui obbiettivo è far conoscere le istituzioni agli alunni. E questo partendo da un incontro con la giunta comunale di Dueville. Durante questo primo confronto, gli studenti hanno intervistato tutti gli assessori partecipando, infine, ad una seduta della giunta. La scorsa settimana, invece, i venti giovani, che frequentano le classi seconde e terze della "Roncalli", si sono recati a Roma per visitare la sede del Senato della Repubblica.All'interno di Palazzo Madama hanno simulato l'iter che porta all'approvazione di una legge, partendo dalla proposta e dalla discussione fino alla votazione.Ora è previsto che il progetto si concluda con un elaborato digitale che verrà realizzato dai ragazzi. Si tratta, in definitiva, di un documento in cui verrà descritta l'esperienza vissuta e nel quale verranno confrontate le istituzioni, dagli enti locali a quelle nazionali.Questo progetto rientra nel quadro delle iniziative proposte dall'Amministrazione comunale di Dueville al mondo della scuola e delle politiche giovanili. Il fine dell'iniziativa è quello di far crescere un atteggiamento di cittadinanza attiva e responsabile tra i ragazzi. Per questa proposta l'Amministrazione comunale di Dueville ha stanziato la cifra di 3.200 euro.I vari progetti che coinvolgono i ragazzi delle scuole puntano a renderli maggiormente partecipi della vita amministrativa e pubblica del loro paese, così da farli diventare protagonisti, in qualche modo, del loro futuro.

Tagged under: scuola consiglio comunale

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.