«I nostri dubbi sul destino del parco delle sorgenti»

Lettere al giornale

"Il parco delle Sorgenti del Bacchiglione non diventerà area di pesca" , così titolava una lettera alornale di Vicenza (17 luglio 2013) degli assessori, referenti del progetto Life+ Sorgenti del Bacchiglione, per i Comuni di Villaverla, Dueville e Caldogno.E invece i dubbi sollevati da alcuni cittadini sulla gestione di un bene comune come il Bosco di Dueville, area naturale di inestimabile valore e riconosciuta a livello europeo come Zona di Protezione Speciale, sono stati legittimati dai fatti. Perché il Parco delle Sorgenti del Bacchiglione, un'area di pesca lo diventerà. Eccome!La pubblicazione della convenzione firmata a fine luglio dalla Provincia di Vicenza con la Fondazione per la Cultura Rurale parla chiaro e non lascia dubbi: pesca sportiva, giornate dimostrative con lancio tecnico di pesca a mosca, corsi di pesca teorico pratici. E non dimentichiamo l'avannotteria "sperimentale".I dubbi, quindi, rimangono. Così come tante altre domande aperte che, seppur supportate da risposte scritte, ci troviamo in difficoltà ad accettare come vere. Ci chiediamo, quindi, quale sia la finalità principale di quest'ultima attività (avannotteria) e, nuovamente, se si sia tenuto conto della quantità e qualità dei reflui inquinanti che essa produrrebbe ogni giorno. Ricordiamo che ci troviamo in un un'area di risorgiva che per definizione è ecologicamente fragile e sensibile all'eutrofizzazione delle acque. Sarebbe preoccupante se l'edificio adibito alla realizzazione dell'attività di piscicoltura fosse sprovvisto di allacciamento alla rete fognaria.Più in generale ci chiediamo se le attività proposte e sottoscritte siano in linea con gli obiettivi educativi e didattici che hanno spinto l'Unione Europea a finanziare il progetto, o sono stati utilizzati i finanziamenti per adibire l'area a parco giochi a pagamento, un'area naturalistica di pregio inestimabile, come fosse una "Gardaland dell'ambiente" (cit. presidente bacino di pesca B Hunting Show febbraio 2014).Ribadiamo con forza che gli interventi finanziati dall'Ue in queste aree naturali sono finalizzati alla salvaguardia degli habitat e alla conservazione delle specie selvatiche, per proteggere ambienti in cui i valori della difesa della biodiversità e del rispetto per la natura sono prevalenti.Dueville + Verde continuerà a vigilare e informare sui punti oscuri che accompagnano fin dalla sua progettazione il Parco delle Sorgenti del Bacchiglione. Un'attenzione civica più che meritata per un ambiente unico come il Bosco di Dueville.

Nicola Dal Ferro Dueville + Verde

Tagged under: bosco lettere

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.